Prevenire la salmonellosi: linee guida

20 Febbraio 2021
La prevenzione della salmonellosi è, in larga misura nelle nostre mani, perché dipende dalle nostre abitudini igieniche e dal modo in cui tocchiamo i cibi.

Quali sono le misure necessarie per prevenire la salmonellosi? Esistono numerose linee guida che possono ridurre il rischio di contrarre questa infezione batterica che colpisce l’apparato digerente. È molto importante seguirle, poiché è una malattia altamente contagiosa.

Cos’è la salmonellosi?

La salmonellosi è un’infezione a carico dell’apparato digerente causata dai batteri della salmonella. Di solito questo batterio vive nell’intestino degli animali e degli esseri umani.

Si diffonde spesso agli esseri umani tramite cibo e acqua contaminati. Tuttavia, potrebbero esserci altre vie di infezione.

Salmonellosi al microscopio.
La salmonellosi è un’infezione causata dal batterio della salmonella. Spesso il contagio avviene tramite il consumo di cibo contaminato.

Sintomi dell’infezione

La salmonellosi è in genere asintomatica. Quando si verificano i sintomi, questi possono andare da diarrea, febbre e crampi addominali che si interrompono entro pochi giorni senza un trattamento specifico, a complicazioni come la disidratazione o la diffusione dell’infezione che richiedono cure mediche specifiche.

Altri sintomi possono includere brividi, mal di testa e sangue nelle feci. È essenziale ricevere le cure adatte, poiché in caso contrario si può andare incontro a problemi di salute più gravi.

Leggete anche: Prevenire un’intossicazione alimentare

Vie di contagio della salmonellosi

Gli esseri umani spesso si infettano mediante il cibo o l’acqua contaminati. L’igiene alimentare è dunque essenziale per prevenire la salmonellosi. Il rischio di contrarre l’infezione da salmonella è maggiore quando viaggiamo nei paesi in cui le condizioni igieniche sono carenti.

L’infezione da salmonella solitamente è causata dal consumo di carne, pollo, uova o prodotti a base di uova crude o poco cotte. Gli alimenti che possono essere infettati includono:

  • Manzo crudo, pollo e pesce. Durante la macellazione, la carne può essere contaminata. Molluschi e pesci possono diventare contagiosi se provengono da acque contaminate.
  • Uova crude. Quando le galline sono infette producono uova contenenti salmonella prima ancora che si formi il guscio. Le uova crude vengono utilizzate nella maionese fatta in casa o nella salsa olandese.
  • Frutta e verdura. Alcuni prodotti freschi, in particolare le varietà importate, potrebbero essere stati innaffiati o lavati durante la preparazione con acqua contaminata da salmonella. La contaminazione può verificarsi anche in cucina, quando la carne cruda o il pollo entrano in contatto con i cibi crudi, come le insalate.

Molti alimenti, infine, vengono contaminati durante la preparazione perché chi li maneggia non si lava accuratamente le mani dopo aver usato il bagno o cambiato un pannolino. L’infezione può verificarsi anche toccando qualcosa che è contaminato e poi portarsi le dita in bocca.

Scoprite: Aceto per disinfettare: cosa bisogna sapere

Come prevenire l’infezione da salmonellosi

L’igiene alimentare è essenziale per la prevenzione della salmonellosi. L’OMS consiglia di controllare tutte le fasi della catena alimentare, dalla produzione agricola, alla lavorazione, produzione e preparazione degli alimenti sia negli stabilimenti commerciali che nelle case.

A casa, la prevenzione inizia con una buona conservazione degli alimenti e continua con abitudini igieniche come lavarsi le mani prima di cucinare e indossare guanti quando si maneggiano le feci degli animali domestici.

Lavarsi le mani con il sapone.

Lavarsi le mani per prevenire la salmonellosi

Lavarsi accuratamente le mani può aiutare a prevenire il trasferimento dei batteri della salmonella alla bocca o al cibo che prepariamo.

È dunque essenziale lavarsi le mani dopo aver usato il bagno, cambiato un pannolino, maneggiato carne cruda, aver tolto le feci degli animali domestici o maneggiato rettili o uccelli.

Separare il cibo in appositi contenitori

Per evitare la contaminazione incrociata, bisogna riporre la carne e il pesce crudi in scompartimenti diversi dagli altri alimenti; allo stesso modo, vanno usati taglieri diversi per carne cruda e verdure. Inoltre, non bisogna mai mettere il cibo cotto su un piatto non lavato che in precedenza conteneva carne cruda.

Evitare di mangiare uova crude per prevenire la salmonellosi

L’impasto per biscotti, lo zabaione e il gelato fatto in casa contengono uova crude. Se dovete consumarli, assicuratevi che siano pastorizzati.

Conclusioni

Evitare il contagio e la trasmissione della salmonellosi dipende in gran parte dalle misure igieniche adottate a partire dal processo di produzione alimentare fino a quando il cibo non raggiunge le nostre case.

Sebbene ci siano situazioni inevitabili, il rischio si riduce notevolmente se adottiamo semplici abitudini come lavarci le mani, evitare di mescolare i cibi fra loro e di mangiare alimenti crudi.

  • Boyle EC, Bishop JL, Grassl GA, Finlay BB. Salmonella: from pathogenesis to therapeutics. J Bacteriol. 2007;189(5):1489–1495. doi:10.1128/JB.01730-06
  • Yoshikawa TT, Herbert P, Oill PA. Salmonellosis. West J Med. 1980;133(5):408–417.
  • Crum-Cianflone NF. Salmonellosis and the gastrointestinal tract: more than just peanut butter. Curr Gastroenterol Rep. 2008;10(4):424–431. doi:10.1007/s11894-008-0079-7
  • Kurtz JR, Goggins JA, McLachlan JB. Salmonella infection: Interplay between the bacteria and host immune system. Immunol Lett. 2017;190:42–50. doi:10.1016/j.imlet.2017.07.006
  • Kim MS, Yoon YS, Seo JG, Lee HG, Chung MJ, Yum DY. A study on the prevention of salmonella infection by using the aggregation characteristics of lactic Acid bacteria [published correction appears in Toxicol Res. 2015 Jun;31(2):219]. Toxicol Res. 2013;29(2):129–135. doi:10.5487/TR.2013.29.2.129