Proteggere la pelle dai danni del sole: si comincia a tavola

Oltre a prenderci cura della pelle dall'esterno, dobbiamo agire dall'interno, facendoci aiutare dagli alimenti ricchi di nutrienti rigeneranti.
Proteggere la pelle dai danni del sole: si comincia a tavola

Ultimo aggiornamento: 16 settembre, 2021

È l’organo più esteso del corpo e, come ben sappiamo, anche uno dei più importanti. Ecco perché è essenziale proteggere la pelle dai danni del sole. Tra le azioni che svolge, vi è la funzione di barriera poiché protegge gli organi interni dall’ambiente esterno, oltre ad avere un ruolo da protagonista in alcuni processi vitali.

Tuttavia, essendo esposta direttamente a tossine e radiazioni, tende a subire alterazioni che, nel tempo, possono portare a gravi problemi di salute. Naturalmente ogni essere vivente ha bisogno della luce solare, tuttavia un’esposizione prolungata è causa di scottature, macchie e alcune malattie.

È dunque fondamentale prendere tutte le precauzioni necessarie per proteggere la pelle dai danni del sole. Abbiamo capito, ormai da anni, l’utilità delle creme solari, ma gli effetti negativi si possono ridurre in modo notevole anche attraverso il consumo di alcuni alimenti. Ecco i 7 cibi che meglio svolgono questa funzione: vi consigliamo di consumarli regolarmente.

1. Bacche e frutti rossi per proteggere la pelle dai danni del sole

Frutti rossi per proteggere la pelle dai danni del sole
Il bello dei frutti di bosco è che possono essere sfruttati per preparare ricette buonissime.

Le bacche e i frutti rossi sono molto ricchi di vitamina C, un antiossidante che attenua i danni dei radicali liberi causati da una prolungata esposizione al sole.

La vitamina C partecipa alla formazione del collagene e dell’elastina, due sostanze che aiutano a mantenere la pelle compatta e priva di imperfezioni.

Inoltre, bacche e frutti rossi forniscono quantità interessanti di sali minerali essenziali e acqua, entrambi necessari per accelerare il recupero delle cellule dalle radiazioni ultraviolette (UV).

2. Cioccolato fondente

Il cioccolato fondente (realizzato con oltre il 60% di cacao) è un modo dolce per proteggere la pelle dai danni del sole. Il suo segreto, in questo caso, sono i flavonoidi, che hanno dimostrato di essere potenti antiossidanti e di aumentare il potere di recupero delle cellule quando ci siamo ormai ustionati.

Fornisce al corpo vitamine e sali minerali che frenano lo stress ossidativo. Naturalmente non bisogna eccedere con il cioccolato.

3. Carote

Le carote sono un noto alimento amico della pelle in quanto fonte primaria di beta-carotene, un antiossidante che viene trasformato in vitamina A all’interno del corpo.

La vitamina A è fondamentale per la riparazione dei tessuti,  rafforza il derma e riduce l’impatto negativo del sole. Questa azione è confermata da uno studio pubblicato su Journal of Cosmetic DermatologyAgisce come filtro naturale. Ci permette quindi di fare brevi bagni di sole senza il rischio di subire danni.

4. Pesce azzurro

Il pesce azzurro è una fonte ricca di acidi grassi omega 3, sostanze benefiche che aumentano la permeabilità delle membrane cellulari garantendo una funzione ottimale.

Il suo consumo favorisce  un processo antinfiammatorio e quindi un minore danno da parte dei radicali liberi e del sole. Lo afferma una ricerca pubblicata su Biochemical Society Transactions.

Questo effetto, sommato al suo apporto di vitamina E, accelera il processo di riparazione della pelle, soprattutto in caso di ustioni e macchie.

Alcune varietà di pesce azzurro consigliate sono:

  • Sardine.
  • Salmone.
  • Sgombro.
  • Acciughe.

5. Ortaggi a foglia verde

Le verdure a foglia verde contengono potenti antiossidanti utili per  prevenire il cancro della pelle e le rughe.

Contengono beta-carotene, oltre ad acido folico e vitamina E. Mangiando questi ortaggi possiamo migliorare la salute delle cellule e godere di uno strato protettivo contro i raggi UV.

Possiamo beneficiare di:

  • Spinaci.
  • Cavolo.
  • Bietola.
  • Broccoli.
  • Lattuga.
  • Sedano.
  • Prezzemolo.

6. Olio d’oliva

Olio d'oliva
Oltre ai suoi buoni effetti sulla salute cardiovascolare, l’olio d’oliva fa bene anche alla pelle.

È l’ingrediente principe della dieta mediterranea e uno dei migliori alimenti per prendersi cura della pelle contro le ustioni e l’invecchiamento precoce.

Contiene acidi grassi essenziali che, una volta assorbiti, stimolano il processo di rigenerazione cellulare e inibiscono il danno ossidativo.

Inoltre, l’olio è ricco di vitamina E e polifenoli, entrambi necessari in quanto creano una barriera protettiva contro l’azione negativa dei raggi UV.

7. Mele

Oltre ad essere buone e versatili, le mele sono i frutti con il più alto contenuto di polifenoli.

  • Grazie alla loro azione antiossidante, combattono i danni causati dai radicali liberi.
  • Controllano l’infiammazione, regolano il pH della pelle e rafforzano l’attività cellulare per una riparazione ottimale.

Vale la pena ricordare che contengono anche acqua, ingrediente essenziale per una adeguata idratazione.

Migliorare la dieta per proteggere la pelle dai danni del sole

Aggiungere questa lista di alimenti alla dieta regolare è ideale per mantenere la pelle giovane e protetta dagli effetti del sole. Provate ad aumentare il loro consumo e godete di tutti i benefici.

Potrebbe interessarti ...
Esporsi al sole: come regolarsi prima, durante e dopo
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Esporsi al sole: come regolarsi prima, durante e dopo

Esporsi al sole senza precauzioni non è privo di rischi. Ecco come mantenere sana la pelle e abbronzarsi in tutta sicurezza.



  • Jaramillo Flores ME., Cocoa flavanols: natural agents with attenuating effects on metabolic synrome risk factors. Nutrients, 2019.
  • Kong R., Cui Y., Fisher GJ., Wang X., et al., A comparative study of the effects of retinol and retinoic acid on histological, molecular and clinical properties of human skin. J Cosmet Dermatol, 2016. 15 (1): 49-57.
  • Calder PC., Omega 3 fatty acids and inflammatory processes: from molecules to man. Biochem Soc Trans, 2017. 45 (5): 1105-1115.
  • 91-107). Springer, Berlin, Heidelberg.