Rafforzare le braccia del bambino: giochi ed esercizi

Rafforzare le braccia e il tronco superiore è molto importante per lo sviluppo del bambino. In questo articolo diamo alcune idee per mantenere sempre attive queste parti del corpo.
Rafforzare le braccia del bambino: giochi ed esercizi

Ultimo aggiornamento: 13 agosto, 2021

L’esercizio fisico è essenziale per lo sviluppo del bambino. Per favorirlo, non c’è niente di meglio del gioco, in qualsiasi sua forma. In questo articolo presentiamo i migliori giochi ed esercizi per rafforzare le braccia del bambino.

Muoversi è importante per ottenere uno sviluppo armonioso di tutto il corpo. Durante i primi anni di vita, ci si concentra maggiormente sulla parte inferiore del corpo, ovvero sulle gambe. Poi, una volta che i piccoli smettono di gattonare, quest’area tende a ricevere meno attenzione.

Un altro motivo per cui è molto importante che i bambini sviluppino correttamente gli arti superiori è legato alla stabilità della schiena e del cingolo scapolare. Questa risulta essenziale per godere di una buona postura e per favorire la motricità e la scrittura.

Naturalmente, la forza della parte superiore del corpo, inclusa la stabilità delle spalle, deve essere promossa attraverso una serie di attività motorie. Vediamole insieme.

Giochi da fare al parco per rafforzare le braccia del bambino

Il parco offre diverse opzioni al bambino per rafforzare le braccia. In uno spazio aperto pieno di verde come il parco, i bambini hanno l’opportunità di appendersi, arrampicarsi, tirare e spingere, attraverso una serie di giochi. Alcuni parchi sono attrezzati anche con una serie di supporti, come sbarre fisse, funi e reti.

Il gioco libero nel parco offre al bambino l’opportunità di esplorare diversi movimenti e di sperimentare. Inoltre, permette di socializzare con gli altri bambini, improvvisare giochi o semplicemente imparare dagli altri.

Il parco offre una serie pressoché infinita di opzioni per lo sviluppo psicomotorio infantile, il che consente di rafforzare i muscoli della parte inferiore e superiore del corpo, l’equilibrio e l’apprendimento dei modelli spazio-temporali, tra gli altri.

Bambini che giocano al tiro alla fune.
I giochi di gruppo al parco o in piazza favoriscono le relazioni sociali, oltre a migliorare le competenze propriamente fisiche.

Giochi di lancio per rafforzare le braccia del bambino

I lanci consentono di rafforzare non solo le braccia, ma tutto il tronco superiore. Qualsiasi gioco o sport che preveda il lancio di qualcosa o colpire un oggetto in movimento con la mano sviluppa e tonifica quest’area.

Rientrano in questa categoria i giochi con la palla da lanciare con le mani e anche quelli con le racchette o simili. Ciascuna variante può essere adattata all’età del bambino e alle circostanze. Non ci crederete, ma attività semplici come lanciare i sassi nel fiume comportano già un interessante lavoro di braccia.

Durante questi giochi, bisognerebbe sempre incitare il bambino a usare entrambe le braccia. Altrimenti, tenderà a lanciare sempre con la mano dominante, fatto che a medio o a lungo termine può causare uno squilibrio muscolare.

Giochi da fare in casa

Chi ha detto che non è divertente giocare a casa? Anche tra le mura domestiche si possono realizzare giochi e attività per aiutare i bambini a rafforzare i muscoli delle braccia e della parte superiore del corpo. Alcune idee per far giocare i bambini a casa includono:

  • Percorrere il corridoio, sdraiati a faccia in giù, usando le braccia: con un po’ di creatività si possono inventare gare e giocare a nascondino. Si possono anche esplorare diversi movimento: con i fianchi sollevati, con le gambe dritte, con le gambe piegate, eccetera.
  • Giochi di lancio a terra: questo gioco può essere svolto in piedi, sdraiati, seduti o in qualsiasi posizione si desideri. La sfida consiste nel controllare i movimenti affinché la palla venga lanciata allo stesso livello del pavimento.
  • Faccende domestiche: far partecipare i bambini nelle faccende domestiche è molto importante, ma lo è ancor di più se pensiamo che nel frattempo serve a rafforzare le braccia. Si possono inventare dei giochi in cui il bambino deve trasportare cose più o meno pesanti: svuotare scaffali, sollevare e abbassare oggetti o spostarli. Oppure riporre la spesa nella dispensa.
Attività fisica per bambini.
È normale che durante i primi anni di vita l’attenzione sia rivolta alla parte inferiore del corpo, affinché il bambino impari a camminare correttamente; ma in seguito devono essere rafforzate anche le braccia.

Sport e gioco libero per rafforzare le braccia del bambino

Sport come il basket, la pallamano, il tennis e il paddle aiutano, tra le altre cose, a rafforzare la parte superiore del corpo. Tuttavia, anche altre opzioni che si concentrano maggiormente sul lavoro di braccia, spalle e schiena.

Ci riferiamo a sport meno conosciuti, ma altrettanto divertenti come il tiro con l’arco, l’arrampicata o il ping pong per rafforzare le braccia e, in generale, tutta la parte superiore del corpo.

Molti adulti insistono affinché i bambini eseguano esercizi guidati, partecipino a gare con la supervisione di tutor e istruttori e via dicendo. Tuttavia, a volte dimentichiamo che giocare liberamente all’aperto è il modo migliore per favorire lo sviluppo fisico-motorio.

La campagna e il parco offrono infinite possibilità di gioco per i bambini. Ma bisogna anche dare loro l’opportunità di fare sport se lo desiderano.

Potrebbe interessarti ...
Abitudini da insegnare ai bambini e perché
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Abitudini da insegnare ai bambini e perché

Uno dei compiti più difficili dei genitori è riconoscere le abitudini da insegnare ai bambini per incoraggiarli a diventare brave persone.



  • Espinosa, M., and M. Carlos. “Lanzamiento de pelota con el miembro superior derecho e izquierdo en niños y niñas entre los 3 y 12 años de edad.” Revista Española de Antropología Física 30 (2009): 39-50.
  • Chavez Diego, Erika Avalos, and Rocio Valdivia Fierro. “Ejercicios motrices en el desarrollo de la coordinación óculo manual de los niños y niñas de 4 y 5 años en la Institución Educativa Inicial N° 568 Pucarumi.” (2015).