Mangiare il cioccolato fondente per inaspettate ragioni

11 Maggio 2019
Oltre a favorire la produzione di endorfina, mangiare cioccolato fondente ci aiuta a migliorare la salute cardiovascolare. A patto di scegliere la versione più pura.

Sapevate che mangiare il cioccolato fondente è ritenuto un gesto sacro sin dalla notte dei tempi?La sua origine si perde nella mitologia e se ne ha traccia fino a quasi 4.000 anni fa in Centro America. Già ai Maya piaceva assumere il cioccolato fondente, specie durante i loro rituali, come bevanda sacra.

La coltivazione della pianta del cacao, dalla quale si estrae il cioccolato fondente e altre varietà, ha assunto col passare del tempo un’importanza significativa. Così anche nelle civiltà precolombiane, assunse importanza sotto il punto di vista spirituale, medicinale, politico ed economico.

In questo articolo vi presenteremo 5 importanti e inaspettate ragioni per mangiare cioccolato fondente ogni giorno. Questo alimento ancestrale, irresistibile e delizioso, è un rimedio naturale per alcuni disturbi. Oltre a essere un potente antiossidante, è anche in grado di migliorare la salute cardiovascolare e regolare l’intestino.

Mangiare il cioccolato fondente e cacao

Per incominciare dobbiamo specificare che, in questo articolo, facciamo riferimento solo ai benefici del cioccolato fondente. Questo alimento ha proprietà medicinali grazie al suo alto contenuto di cacao, che è il componente curativo di questo prodotto. Scarteremo, quindi, il cioccolato al latte e altre varietà, che sono meno salubri.

Raccomandiamo di scegliere un cioccolato fondente che abbia almeno il 70% di cacao. È anche possibile usare il cacao puro per cucinare tutti i tipi di ricette e bevande. In questo modo eviteremo di usare altri ingredienti più dannosi come il grasso del latte o lo zucchero.

Consigliamo di leggere anche: 9 motivi per cui il cioccolato fa bene alla salute

Ragioni per mangiare cioccolato fondente

1. Un potente antiossidante

Mangiare il cioccolato fondente - Sacco con fave di cacao

Con i semi dell’albero del cacao o Theobroma cacao si ottiene il cacao amaro. Questo possiede maggiore potere antiossidante persino della frutta.

Inoltre, i semi del cacao contengono una grande quantità di polifenoli, che sono antiossidanti naturali. Non è un caso che siano considerati superalimenti, per via della loro composizione nutritiva.

È importante evidenziare che, nel caso del cioccolato cotto, l’esposizione alle alte temperature fa decadere alcuni nutrienti. Questo metodo di elaborazione fa perdere parte delle sue proprietà antiossidanti.

Quando il cioccolato ha un alto contenuto di cacao, oltre a essere una delizia gastronomica, rappresenta anche un rimedio per ritardare l’invecchiamento.

2. Mangiare il cioccolato fondente migliora la salute cardiovascolare

Un consumo moderato e abituale di cioccolato fondente ci aiuta a prevenire i disturbi cardiovascolari più comuni: il colesterolo, l’ipertensione e il diabete di tipo 2. Anche se, altri tipi di cioccolato, causano l’effetto contrario sul nostro organismo.

In questa maniera il cioccolato ci aiuta a controllare la pressione arteriosa e a prevenire le malattie che interessano le vene e il cuore. Grazie a delle sostanze attive in esso contenute, i flavonoidi, il cacao migliora il sistema circolatorio come fanno molti altri rimedi specifici per questo scopo.

3. Regola l’intestino

Mangiare il cioccolato fondente

La fibra solubile contenuta nel cioccolato fondente, oltre ad aiutare a mantenere un livello controllato di colesterolo, apporta benefici anche all’intestino. Il 10% della sua composizione è fibra, la quale genera un effetto saziante quasi immediato. Per questo motivo, mangiare cioccolato ci libera dall’ansia di spiluccare continuamente.

Dato che la fibra non si scompone nell’organismo e passa intatta nell’intestino, ci aiuta a pulire il tratto digerente durante il suo passaggio. Quindi, mangiare cioccolato fondente previene la stitichezza e la sindrome del colon irritabile, perché la sua fibra depura l’intestino.

4. Calma la tosse

Il cioccolato fondente contiene una sostanza detta teobromina che agisce sul nervo vago e riduce la sua attività. Questo nervo ha, tra le altre funzioni, quello di controllare gli attacchi di tosse.

Così, per quanto possa sembrare inverosimile, mangiare 30 grammi di cioccolato fondente ogni giorno ci aiuta a calmare gli attacchi di tosse.

Per questo motivo, quando sentiamo di soffrire i sintomi dell’influenza o del raffreddore, possiamo ricorrere a una tazza di cioccolata calda. Anche se è raccomandabile evitare il latte, dal momento che potrebbe far aumentare la produzione di muco e peggiorare il nostro stato.

Consigliamo di leggere anche: 20 curiosità sul cioccolato che forse non sapete

5. Mangiare il cioccolato fondente ci dà gioia

Cacao in polvere

Perché tante persone desiderano mangiare cioccolato e si sentono contente quando lo fanno? Sapete che possiamo diventarne dipendenti? Infatti mangiando questo alimento il nostro cervello produce endorfine. Questi ormoni sono i responsabili della sensazione di allegria e felicità.

Queste 5 importanti e inaspettate ragioni per mangiare cioccolato fondente sono giustificazioni sufficienti per assumerlo. Ma fate attenzione a sceglierne uno che abbia un’alta percentuale di cacao, che sia di buona qualità e di consumarlo in piccole dosi ogni giorno.

Mangiatelo senza sentirvi in colpa perché adesso sapete che è molto utile per il vostro organismo.

  • Ibero-Baraibar Idoia, Abete Itziar, Martínez José Alfredo, Rodríguez Mateos Ana, Zulet María Ángeles. Guías para el consumo de chocolate negro: ¿placer y salud cognitiva?. Nutr. Hosp.  [Internet]. 2017  Ago [citado  2019  Feb  07] ;  34( 4 ): 759-760. Disponible en: http://scielo.isciii.es/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0212-16112017000400001&lng=es.
  • Gomez-Juaristi M, Gonzalez-Torres L, Bravo L, Vaquero MP, Bastida S, Sanchez-Muniz FJ. Beneficial effects of chocolate on cardiovascular health. Nutr Hosp 2011;26(2):289-92.
  • Ibero-Baraibar I, Suarez M, Arola-Arnal A, Zulet MA, Martinez JA. Cocoa extract intake for 4 weeks reduces postprandial systolic blood pressure response of obese subjects, even after following an energy-restricted diet. Food Nutr Res 2016;60:30449.