Rapa rossa: perché fa bene alla salute?

· 14 novembre 2018
Per ricavare il massimo beneficio dalla rapa rossa è meglio consumarla cruda oppure al forno, l'unico metodo di cottura che permette di mantenere intatta gran parte delle sue proprietà.

La rapa rossa, o barbabietola, è un ortaggio ricco di vitamina C, antiossidanti e fibre. Contiene vitamine del gruppo B (B1, B2, B3 e B6) e sali minerali (calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, sodio, zinco e rame). Apporta caroteni e ha una buona concentrazione di saccarosio.

Continuate a leggere per scoprire tutti i benefici offertici dalla rapa rossa.

Qual è il suo apporto nutrizionale?

Rape rosse

È costituita da acqua per quasi l’80%. Ogni 100 grammi apporta:

  • Calorie: 43 kcal
  • Carboidrati: 9,56 g
  • Proteine: 1,61 g
  • Grassi 0,17 g
  • Fibre: 2,8 g

Leggete anche: Insalata di barbabietola: deliziosa ricetta

Virtù della rapa rossa

  • Le foglie della rapa rossa contengono una buona quantità di vitamina A; in esse si concentra anche la maggior quantità di vitamina C.
  • È ricca di zuccheri e fibre.
  • Ha un’alta concentrazione di ferro (3 volte di più degli spinaci), per cui rafforza il sistema immunitario, stimolando la produzione di anticorpi e di globuli bianchi. 
  • Contiene composti fenolici, tra cui i flavonoidi: è quindi un alimento antiossidante. Contiene, precisamente, una quantità 3 volte maggiore di fenoli rispetto alla carne e ai broccoli.

Benefici della rapa rossa sulla nostra salute

1. Apporta ferro

Zuppa di barbabietola e asparagi

Il ferro contenuto nella rapa rossa è facilmente assimilabile dal nostro organismo, cosa che non sempre succede con altri ortaggi.

Contribuisce, pertanto, alla sintesi dell’emoagglutinina, una glicoproteina che ha la funzione di trasportare l’ossigeno e le sostanze nutritive alle diverse parti del corpo.

Chi soffre di anemia o mestruazioni abbondanti – e può quindi presentare una carenza di ferro – può trarre giovamento dal consumo abituale della barbabietola.

Lo sapevate? Combattere l’anemia sideropenica senza assumere ferro

2. È diuretica

Essendo ricca di potassio, aiuta a prevenire la formazione di edemi e a tenere sotto controllo la pressione.

I suoi nitrati vegetali, infatti, contribuiscono alla dilatazione dei vasi sanguigni, migliorando il passaggio del sangue e abbassando la pressione arteriosa.

3. Combatte l’osteoporosi

Massaggio alle mani

La rapa rossa contiene silicio, un minerale che aiuta a utilizzare meglio il calcio presente nei tessuti.

Come ben sappiamo, il calcio è fondamentale per la salute di ossa e denti; consumare un bicchiere di succo di barbabietola al giorno aiuta a prevenire malattie come l’osteoporosi e la fragilità ossea.

4. Aiuta a tenere sotto controllo il diabete

La barbabietola ha un basso indice glicemico, cioè libera zucchero nel sangue lentamente.

Ha poche calorie ed è priva di grassi: è ideale per i diabetici che possono aggiungerla alla dieta e soddisfare, in questo modo, un po’ la voglia di dolce.

5. Ha proprietà depurative

Frullato di barbabietola rossa e mirtilli

Stimola la funzione epatica, intestinale e renale. Favorisce l’eliminazione di tossine e scorie. Ha una funzione lassativa e aiuta a prevenire la stitichezza.

6. Regola la tiroide

Grazie al suo apporto di iodio, la barbabietola riporta in equilibrio la presenza di questo minerale nell’organismo. È un cibo adatto a chi soffre di ipotiroidismo.

Come sceglierla e conservarla?

  • Al mercato è meglio scegliere delle barbabietole con radici delle stesse dimensioni, in questo modo potrete cuocerle in modo uniforme.
  • Sceglietele lisce, sode, carnose, rotonde e prive di macchie o ammaccature. Una polpa di colore rosso intenso e foglie verdi indicano che il tubero è giovane. 
  • Evitate, invece, gli esemplari con le foglie molto grandi o con la buccia squamosa. Potrebbero risultare dure, fibrose e con un sapore forte, nonostante la cottura.
  • In frigorifero si possono conservare dalle 2 alle 3 settimane, se avvolte in una busta di plastica.
  • Le foglie andrebbero conservate separatamente, sempre in una sacchetto di plastica, senza lavarle. Fuori dal frigo possono mantenersi da 3 a 5 giorni.
  • Non è consigliabile, invece, congelare la barbabietola cruda che rischia di diventare molle.

Come consumare la rapa rossa?

  • Possiamo mangiarla in insalata oppure cotta. Offre tutte le loro proprietà se consumata cruda, ma risulta più digeribile da cotta.
  • Per mangiarla cruda, grattugiatela e conditela con un po’ di olio e limone.
  • Se preferite cuocerla, mettetela in acqua salata e bollente, ancora con la buccia. Questo ci permette di mantenerne intatto il colore vivace e il sapore. Dovrà bollire almeno un’ora.
  • Un buon metodo è cuocerla in forno, così le sostanze nutritive non verranno perse.
  • Non conviene comprarla confezionata poiché perde gran parte delle virtù curative.
Guarda anche