Ricetta della salsa chimichurri fatta in casa

· 9 maggio 2018
Scoprite con noi la curiosa origine di questa tipica salsa argentina, e una deliziosa ricetta casalinga che vi permetterà di assaporare il suo autentico sapore.

Il chimichurri è una salsa e un condimento tipico, usato nei paesi sudamericani per accompagnare la carne alla brace. E’ usato in particolar modo in Argentina.

E’ anche l’accompagnamento scelto per le famose “empanadas”, ovvero fagottini ripieni di carne, tipiche di quelle regioni, e viene usata anche nelle insalate. Di solito viene preparata con erbe e spezie tritate mischiate a olio e aceto.

Gli ingredienti principali del chimichurri sono il prezzemolo, l’olio d’oliva e le spezie piccanti. Nel corso della preparazione può essere data la preferenza ad altri ingredienti, e per questo motivo si tratta di una salsa estremamente versatile e personalizzabile.

Sebbene nella sua preparazione vengano applicate molte varianti della ricetta originaria, per ottenere il sapore tradizionale si consiglia di mantenere le proporzioni suggerite. In questo modo si adatterà perfettamente alle pietanze che accompagna.

Grazie alla sua popolarità esistono molte versioni industriali del chimichurri, che possono essere acquistate in molti mercati. L’ideale però è prepararlo a casa con ingredienti freschi, e variarne le quantità fino ad ottenere il sapore desiderato.

In questo articolo vedremo una ricetta fatta in casa di chimichurri, che conserva le dosi originali di questa salsa assolutamente unica. Ve ne forniremo inoltre brevemente altre quattro versioni.

L’origine del nome chimichurri

ciotolina con salsa chimichurri

Nell’ambiente gastronomico girano tre possibili storie circa l’origine del suo nomeanche se non è possibile attribuirlo con certezza a nessuna delle tre.

La prima storia narra che la salsa venne creata da James McCurry, un inglese conosciuto col diminutivo di “Jimmy”, che la mise in commercio nel XIX° secolo. Si racconta che la inventò per sopperire alla mancanza della salsa Worcestershire (una tipica salsa inglese).

Sembra che le persone non di lingua inglese, quando provavano a pronunciare il suo nome, finivano per dire qualcosa come “Yimi Churry”.

Un’altra variazione storica afferma che gli Inglesi caduti prigionieri degli Spagnoli nelle colonie sudamericane agli inizi del secolo XIX insistevano che in prigione gli venisse data della salsa per condire i cibi. Lo facevano con espressioni come “give-me-curry” o “che-mi-curry”, che successivamente sono andate a modificarsi fino a diventare “chimichurri”.

Infine, si dice che la salsa potrebbe aver ricavato il proprio nome da una parola basca arrivata fino in America, “Tximitxurri”. La parola significa “miscela” o  “miscuglio”, e faceva riferimento a una salsa elaborata con tecniche e ingredienti che venivano ripetuti in tutti i casi.

Ricetta casalinga della salsa chimichurri, preparata secondo la tradizionale

chimichurri su carne

Questa ricetta conserva gli ingredienti e le dosi originali di questa squisita salsa, ed è pensata per circa sei persone. Se desiderate aumentare le porzioni, potete aumentare le quantità degli ingredienti in modo proporzionale.

Ingredienti

  • 3 foglie d’alloro.
  • Succo di limone (100 ml).
  • ½ cucchiaino di sale (2 g)
  • 1 tazza di olio d’oliva (200 ml).
  • ½ tazza di aceto di vino (100 ml)
  • ½ cucchiaino di peperoncino (2 g)
  • 1 cucchiaino di timo secco (5 g)
  • 3 spicchi d’aglio finemente tritati (15 g)
  • 1 cucchiaio grande di origano (10 g)
  • 5 cucchiai di prezzemolo tritato (40 g)
  • 5 cucchiai di cipolla rossa tritata finemente (20 g)
  • 1 cucchiaino di paprika dolce in polvere (5 g)

Preparazione

  • Pestare in un mortaio l’origano, il prezzemolo, l’aglio e l’alloro triturato.
  • Mescolare in una pentola la cipolla e le altre spezie (timo, peperoncino e paprika dolce).
  • Preparare la base della salsa emulsionando l’aceto, l’olio, il limone e il sale.
  • Aggiungere la base della salsa alla miscela di spezie e rimescolare.
  • Versare in un barattolo di vetro con tappo.
  • Lasciare la salsa a macerare per un paio di giorni nella parte meno fredda del congelatore.

Se messa in congelatore, questa salsa può essere consumata nel giro di tre mesi dal momento dell’apertura.

Variazioni della ricetta originale di chimichurri

chimichurri

Da questa ricetta fatta in casa di chimichurri è possibile ottenere delle variazioni, se si aggiungono altri ingredienti o se ne sostituiscono altri. Pere esempio, se si sostituisce la cipolla rossa con un po’ di aglio in più, si ottiene un chimichurri all’aglio.

Se alla miscela originale si aggiungono 200 g di pomodori secchi e si aspetta il tempo necessario affinché si impregnino, si avrà un chimichurri al pomodoro.

Per ottenere un chimichurri al coriandolo, dobbiamo sostituire quest’erba al prezzemolo mantenendo le dosi invariate; il risultato sarà una salsa molto aromatica, ideale per accompagnare molti piatti.

Grazie a questa ricetta casalinga della salsa chimichurri, molto facile da realizzare, non ci sarà nessun motivo per acquistarla in negozio. Ha il vantaggio che gli ingredienti freschi le danno qualità e durata più lunga, senza conservanti né additivi chimici.

Guarda anche