Rischi delle bevande energetiche per la salute

26 Febbraio 2021
Le bevande energetiche vengono vendute con la promessa di "mettere le ali" e di farci rimanere attivi per 28 ore. Sempre più persone le consumano, da qui la necessità di regolamentazione e di mettere in guardia sul pericolo di un consumo continuato. Cosa bisogna sapere al riguardo?

Le bevande energetiche sono arrivate sul mercato alcuni decenni fa e il loro consumo è in precipitoso in aumento. La pubblicità ci fa credere che possano esserci d’aiuto nei momenti di stanchezza o quando abbiamo bisogno di essere più attivi. Eppure, non è tutto oro quello che luccica. Scoprite i rischi delle bevande energetiche per la salute.

Cosa sono le bevande energetiche?

Non vi è ancora una definizione unanime da parte della comunità scientifica in merito a queste bevande. Secondo la normativa vigente, rientrano nel gruppo delle “bibite rinfrescanti”.

In questa categoria sono raggruppate tutte quelle bevande analcoliche che contengono caffeina, taurina e vitamine (soprattutto del gruppo B). A volte contengono anche altri ingredienti come:

  • Ginkgo.
  • Ginseng.
  • Guaranà.
  • Carnitina.
  • Glucuronolattone.

Persino il nome di queste bevande è fonte di controversia. Un nome accattivante, una pubblicità efficace e i messaggi attraenti che le accompagnano possono essere fuorvianti, soprattutto per gli adolescenti.

La stessa EFSA (Agenzia europea per la sicurezza alimentare) non consente che vengano pubblicizzate come bevande che possono migliorare le performance fisiche e intellettuali.

E il Parlamento europeo ha posto il veto alla possibilità di inserire qualsiasi indicazione sulla salute su questi tipi di bevande. Ad ogni modo, è importante non confonderle con le bevande isotoniche e sportive.

Bevande energetiche di varie marche.
Le bevande energetiche sono delle bevande analcoliche che contengono sostanze stimolanti come caffeina, taurina e guaranà, tra le altre.

Quali effetti hanno sul corpo?

Le bevande energetiche hanno un effetto energizzante e possono aumentare le prestazioni atletiche. Tuttavia, il loro consumo ha anche degli effetti collaterali.

Sebbene i principali brand che le producono insistano sulla sicurezza dei loro prodotti, organismi come l’Organizzazione mondiale della sanità avvertono che possono rappresentare un pericolo per la salute pubblica.

Il principale avvertimento è evitare che i bambini le bevano. Inoltre, sono pericolose per alcuni gruppi di persone, quali:

  • Donne incinte.
  • Giovani sotto i 18 anni.
  • Persone molto sensibili alla caffeina.
  • Persone che stanno assumendo determinati farmaci.

Per saperne di più: Le bevande più aggressive per lo stomaco

Principali rischi delle bevande energetiche

I principali rischi delle bevande energetiche per la salute possono essere riassunti nei seguenti gruppi:

1. Effetti cardiovascolari

“Le bevande energetiche con caffeina alterano l’attività elettrica del cuore e aumentano la pressione sanguigna”. Questa è la principale conclusione di uno studio pubblicato dall’American Heart Association, che ha valutato l’impatto di un consumo elevato di bevande energetiche sul sistema cardiovascolare.

Secondo gli esperto, il consumo di bevande energetiche è correlato all’arresto cardiaco e all’infarto del miocardio. Potrebbe provocare anche un ispessimento del sangue.

Sebbene questo studio sia uno dei più recenti, ci sono varie prove scientifiche che dimostrano gli effetti dannosi delle bevande energetiche. Tutti concordano sul fatto che il sistema cardiovascolare, insieme al sistema nervoso, sia il più colpito.

2. Effetti sul sistema nervoso

Gli effetti negativi della caffeina sul sistema nervoso di solito compaiono con dosi di 200 milligrammi o superiori. Però questo discorso può variare notevolmente da persona a persona. Per avere un’idea, alcune di queste bevande energetiche contengono tra 100 e 200 milligrammi di caffeina per unità.

Senza tener conto che solitamente contengono anche altri ingredienti stimolanti che ne potenziano l’effetto. I sintomi possono includere: ansia, irrequietezza, insonnia, spasmi muscolari e periodi di inesauribilità.

Ragazza con insonnia.
3. Effetti legati allo zucchero

Uno degli ingredienti principali di quasi tutte le bevande energetiche è lo zucchero. La maggior parte di loro contiene più zucchero delle bibite normali. In media, tra 10 e 12 grammi per 100 ml di bevanda.

Se teniamo conto che una lattina contiene 250 ml, stiamo parlando di 25-30 grammi di zucchero per unità. Alcune marche vendono le lattine da mezzo litro, il che equivale a circa 60 grammi di zucchero, un valore ben al di sopra delle quantità massime consigliate dall’OMS: non più di 25 grammi per i bambini e gli adolescenti.

Gli effetti degli zuccheri liberi consumati in eccesso sono molto gravi. Nei bambini, ad esempio, sono direttamente correlati all’obesità e alla carie dentale.

Inoltre, il consumo di zucchero è stato associato alla comparsa di altri problemi come la resistenza all’insulina, il rischio cardiovascolare e il peggioramento di alcuni indicatori di salute come i trigliceridi e la pressione sanguigna.

Scoprite anche: Ridurre il consumo di zucchero grazie ad alcuni consigli

Cosa succede ai bambini?

I consumatori più comuni di questo tipo di bevande sono adolescenti e adulti fino ai 30 anni. Ma alcuni dati forniti dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare nel 2013 sono allarmanti:

Il 18% dei bambini tra i 3 e i 10 anni sono consumatori di bevande energetiche, di cui il 16% di loro a livello cronico. Nello specifico, hanno ingerito circa 4 litri di queste bevande al mese.

I bambini sono particolarmente vulnerabili ai rischi delle bevande energetiche. Hanno un volume corporeo inferiore e le loro vie metaboliche sono meno sviluppate. Pertanto, sono più sensibili all’avvelenamento da caffeina.

La stessa EFSA assicura che non è possibile fornire delle stime esatte sul consumo di caffeina nei bambini piccoli. E molte voci specializzate (tra cui nutrizionisti, pediatri e associazioni mediche) chiedono la regolamentazione di queste bevande.

Alcuni governi, come il Regno Unito, stanno valutando la possibilità di vietare la vendita di bevande energetiche ai minori di 16 anni. Per farci un’idea, dobbiamo pensare che una sola lattina di una qualsiasi di queste bevande sarebbe come dare a un bambino tre caffè con 12 cucchiaini di zucchero.

Bambino con il mal di stomaco.
Il consumo di bevande energetiche è totalmente sconsigliato per i bambini.

Bevande energetiche e alcol: quali sono i rischi?

Le bevande energetiche solitamente vengono consumate da sole, ma purtroppo sempre più spesso vengono mescolate con l’alcol. Questa miscela presuppone enormi rischi per la salute.

In uno studio del 2015, Marczinski ha osservato che il consumo elevato di sostanze energetiche insieme ai super alcolici presuppone un rischio maggiore di dipendenza da alcol. E altri test di laboratorio dimostrano che il desiderio di bere alcol aumenta.

Mescolare alcol e bevande energetiche non influisce solo sulla quantità di alcol consumata. Aumenta anche la possibilità che gli adolescenti guidino dopo aver bevuto. Inoltre, è più probabile che adottino dei comportamenti rischiosi. La mancanza di coordinazione motoria crea una falsa fiducia che mette a rischio la loro sicurezza e quella degli altri.

Ora che conosciamo i rischi delle bevande energetiche per la salute, la migliore raccomandazione è quella di seguire una dieta sana ed equilibrata, in grado di fornire tutta l’energia e il benessere necessari. Come sempre, vale la pena essere cauti con il consumo di bevande e cibi che possono alterare il normale funzionamento del corpo.

  • American Heart Association. Energy drinks may increase risk of heart function abnormalities and blood pressure changes. May 29, 2019
  • Grasser EK et al. Cardio-and cerebrovascular responses to the energy drink Red Bull in young adults: a randomized cross over study. European Journal of Nutrition . Octubre 2014. 53(7):1561-71.
  • Grasser EK et al. Energy drinks and their impact on the cardiovascular system: potential mechanisms. Advances in Nutrition. Setiembre 2016. 7(5). Pp 950-960,
  • Perdan Curran C, Marczinski C. Taurine, caffeina and energy drinks: reviewing the risk to the adolescent brain. Birth Defects Research. Diciembre 2017. 1; 109(20):1640-48.
  • Sachin A. S et al. Impact of high volume energy drinks consumption on electrocardiographic and blood pressure parameters: A Randomized Trial. Journal of the American Heart Association. Mayo 2019. 8(11).
  • Zucconi S, et al. Gathering consumption data on specific consumer groups of energy drinks. European Food Safety Authority. 2013.
  • Marczinski, C. A., & Fillmore, M. T. (2015). Energy drinks mixed with alcohol: What are the risks? Nutrition Reviews72(S1), 98–107. https://doi.org/10.1111/nure.12127