Sentimenti contrastanti, cosa sono e come gestirli

Le emozioni miste sono un fenomeno reale e molto comune. Imparare a riconoscerle e gestirle ci aiuta a evitare conflitti e sensi di colpa.
Sentimenti contrastanti, cosa sono e come gestirli

Ultimo aggiornamento: 06 dicembre, 2021

Le emozioni e i sentimenti sono esperienze molto più complesse di quanto si pensi. Crediamo di averne il controllo, ma in realtà possono sopraffarci o manifestarsi quando meno ce lo aspettiamo. È il caso dei sentimenti contrastanti, un’idea ambivalente che viene spesso fraintesa.

Il termine sentimenti contrastanti viene usato per riferirsi a uno stato in cui due o più emozioni entrano in conflitto. Non sempre il termine viene utilizzato nel contesto corretto poiché, come c’è da aspettarsi, questa manifestazione è estremamente complicata. Vediamo le caratteristiche e come gestirli.

Caratteristiche dei sentimenti contrastanti

La prima cosa da sottolineare è che gli esperti considerano i sentimenti contrastanti un fenomeno reale. Questa esperienza si riferisce a due diversi sentimenti o emozioni sviluppati di fronte ad una situazione. Si parla anche di emozioni o sentimenti misti e la loro particolarità è che sono contrari (ad esempio, felicità e tristezza) ma si sviluppano in parallelo.

Potrebbe interessarvi anche: Imparare a gestire le emozioni sin da piccoli

Come indica la ricerca, i sentimenti contrastanti dipendono da molte variabili. Età, cultura e contesto sono le più importanti. Dunque non possiamo classificare le emozioni miste come un unico fenomeno. Data la variabilità delle situazioni, ogni persona le sviluppa o le manifesta in modo diverso.

Il termine emozioni miste è spesso usato per riferirsi a due opinioni o due idee che si hanno su qualcosa. Questo utilizzo è sbagliato; secondo gli psicologi i sentimenti contrastanti sono diversi dal conflitto emotivo. Non hanno nulla a che fare con l’esitazione, il dubbio o l’incertezza generati dalle esperienze.

Al contrario, è un’esperienza reale, tangibile e malgrado ciò incontrollabile. I due sentimenti (o anche più) si sovrappongono allo stesso momento, non lo fanno in sequenza (cioè prima uno e poi l’altro). Come è prevedibile, questo ha grandi ripercussioni sulla persona, poiché la porta a vivere conflitti interni, insicurezza, ansia o senso di colpa.

6 consigli per gestire i sentimenti contrastanti

Ora che abbiamo un’idea generale di cosa siano i sentimenti contrastanti, è tempo di imparare alcune strategie. Sappiamo già che si tratta di un’esperienza naturale, che varia in base all’età, alla cultura e al contesto che li ha causati.

In effetti, è più difficile per un bambino o un adolescente affrontarli, rispetto a un adulto. Talvolta le credenze culturali possono portare alla loro completa soppressione. Inoltre, non è la stessa cosa svilupparli di fronte a una situazione irrilevante rispetto a quella che colpisce direttamente noi o qualcuno che ci è vicino.

1. Valutare razionalmente cosa ha scatenato i sentimenti contrastanti

Meditazione per gestire i sentimenti contrastanti
Fare esercizio di introspezione e capire la causa dei sentimenti contrastanti è essenziale per imparare a gestirli.

Una delle opinioni più diffuse è che i sentimenti siano irrazionali. Questi, come le emozioni, sono figli della ragione; dunque, attraverso la ragione possiamo arrivare a capirli e poi a regolarli.

In questo senso, la prima cosa da fare è valutare razionalmente cosa vi ha portato a provare tali sentimenti. Analizzate il contesto in modo oggettivo, così da capire se la risposta che state ricevendo sia razionale o irrazionale.

Ad esempio, potreste aver reagito in modo eccessivo a una notizia. Non c’è niente di sbagliato nell’avere avuto questa reazione, ma è sbagliato rifiutarsi di ripensare al comportamento e di riconoscere l’errore. Una volta presa coscienza di ciò che sta causando questa ambivalenza, sarete in grado di regolarla meglio.

2. Valutare le conseguenze

Avete già valutato oggettivamente cosa abbia causato tali sentimenti contrastanti. Il prossimo passo è valutare le conseguenze che stanno generando in voi e negli altri, ad esempio, stress, ansia, tensione, attacchi di panico, insicurezza e così via.

Quando si mette insieme l’intero quadro, si ricava un incentivo maggiore a gestirli, poiché ci si rende conto che ciò non è positivo per la nostra vita e per la vita dei nostri affetti.

3. Gli esercizi di respirazione

Gli esercizi di respirazione sono un’ottima tecnica per gestire i sentimenti contrastanti. È provato scientificamente che la respirazione è utile nel regolare la risposta ai cambiamenti emotivi. Pertanto, ritornate ad essa quando sviluppate questa esperienza.

Certamente è un po’ complicato fermarsi a fare esercizi di respirazione nel bel mezzo dell’evento. Tuttavia, sarebbe bene provarci quando pensate che questi sentimenti stiano arrivando (alcune persone riescono a sentirlo) o pochi minuti dopo che si sono manifestati. In ogni caso, sappiate che si tratta di una tecnica efficace!

4. La pratica dello yoga o la meditazione

Sentimenti contrastanti e l'influenza dello yoga
Non fa mai male portare un po’ di tranquillità nella nostra vita. Fare yoga o meditare può aiutarci a pensare più chiaramente.

È provato dalla scienza che lo yoga e la meditazione hanno effetti positivi sulla regolazione emotiva. I benefici si fanno sentire in poche settimane e sono pratiche che si possono fare a casa. Per iniziare lo yoga o la meditazione sono necessarie solo conoscenze di base; inoltre non richiedono molto spazio o attrezzature specializzate.

5. Tenere un diario delle emozioni

Come abbiamo detto, i sentimenti contrastanti sono un’espressione naturale. Per valutarli da una prospettiva diversa, può far bene scrivere ciò che sentite nel momento in cui si manifesta.

Questo è un esercizio che permette di elaborare senza avere un impatto negativo su di voi o sugli altri. Inoltre, potrete rileggere quello che avete scritto quando volete per valutarlo a mente fredda.

6. Parlate apertamente dei vostri sentimenti

Questa strategia è molto utile quando i sentimenti contrastanti sono rivolti ad una persona, un parente, un amico o il partner. Parlare apertamente dell’ambivalenza che provate vi aiuterà a scaricarvi; la prospettiva dell’altro vi aiuterà a decidere per una delle due emozioni.

Se provare sentimenti contrastanti è un’esperienza molto frequente nella vostra vita, se sentite di non riuscire a reggerli o qualora stiano condizionando la quotidianità, è sempre consigliabile chiedere aiuto a un professionista. Un terapeuta vi aiuterà a gestirli meglio, a capire cosa li scateni e a riprendere il controllo delle emozioni.

Potrebbe interessarti ...
3 principi del buddismo che aiutano a gestire meglio le nostre emozioni
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
3 principi del buddismo che aiutano a gestire meglio le nostre emozioni

I pilastri del buddismo sono un approccio potente quando si tratta di incanalare le emozioni. Vi proponiamo di riflettere su 3 punti chiave del bud...



  • Berrios, R., Totterdell, P., & Kellett, S. Eliciting mixed emotions: a meta-analysis comparing models, types, and measures. Frontiers in psychology. 2015; 6: 428.
  • Berrios, R., Totterdell, P., & Kellett, S. Investigating goal conflict as a source of mixed emotions. Cognition and Emotion. 2015; 29(4): 755-763.
  • Grossmann, I., & Ellsworth, P. C. What are mixed emotions and what conditions foster them? Life-span experiences, culture and social awareness. Current Opinion in Behavioral Sciences. 2017; 15: 1-5.
  • Homma, I., & Masaoka, Y. Breathing rhythms and emotions. Experimental physiology. 2008; 93(9): 1011-1021.
  • Patel, N. K., Nivethitha, L., & Mooventhan, A. Effect of a yoga based meditation technique on emotional regulation, self-compassion and mindfulness in college students. Explore. 2018; 14(6): 443-447.