Sintomi di un arresto cardiaco, prevenire è meglio che curare!

18 luglio 2018
Scoprite i sintomi di un arresto cardiaco in modo da intervenire il prima possibile. Ricordate, la salute viene sempre al primo posto.

Non bisogna mai sottovalutare la salute. È importante, quindi, sapere quali sono i sintomi di un arresto cardiaco in modo da agire se si verificano. Riconoscendoli potete anche aiutare il vostro medico a raccogliere preziose informazioni sulle vostre condizioni e a cosa prestare più attenzione.

Cos’è un arresto cardiaco?

Prima di vedere quali sono i sintomi che precedono un arresto cardiaco, dobbiamo ricordare di cosa si tratta. Ebbene, un attacco o arresto cardiaco si verifica quando un coagulo blocca le arterie impedendo il passaggio del sangue al cuore. Quando si verifica questo blocco, il cuore non riceve l’ossigeno necessario e le cellule muoiono.

I sintomi di un arresto cardiaco

1. Problemi respiratori

Se avvertite una sensazione di stanchezza e difficoltà a respirare, state molto attenti perché potrebbe essere un sintomo di arresto cardiaco. In termini medici è noto come dispnea ed è un sintomo che ha una maggiore incidenza nelle donne. Non sempre precede un immediato infarto, può comparire anche mesi prima.

Generalmente è accompagnata da una grande stanchezza, sintomo inconfondibile. Se all’improvviso vi sentite esausti senza una causa apparente, consultate il vostro medico il prima possibile.

2. Sudore eccessivo

L’eccesso di sudorazione è un altro dei sintomi di un arresto cardiaco. Se notate che anche se non state facendo esercizio fisico sudate facilmente e molto, può voler dire che il cuore ha un problema.

Se le arterie sono bloccate, il sangue viene pompato con maggiore difficoltà e il cuore deve compiere uno sforzo maggiore, questo si traduce nella comparsa di iperidrosi. Una conseguenza della risposta del corpo che cerca di mantenere la giusta temperatura corporea.

Sudorazione

3. Indigestione e vomito

Anche se può sembrare che non esista una relazione apparente tra arresto cardiaco e problemi digestivi, è proprio così. Spesso un infarto è preceduto da problemi digestivi che includono nausea e vomito.

Se in genere avete uno stomaco di ferro e non avete mangiato nulla di insolito, state molto attenti perché forse sono i primi sintomi di un problema più serio.

4. Dolore al petto

Questo è uno dei sintomi di arresto cardiaco più facile da riconoscere e più frequente. Tuttavia, dobbiamo tenere a mente che non è sempre così. Se il dolore al torace è dovuto a un attacco di cuore di solito dura circa 15 minuti ed è accompagnato da un’intensa pressione sul torace che può estendersi anche a braccia e spalle. Questi dolori saranno maggiori nell’area sinistra del corpo e potrebbero apparire alcuni giorni prima dell’infarto.

5. Dolore alla schiena e alla mascella

Noteremo anche dolore alla schiena e alla mascella in caso di un attacco cardiaco imminente. Questi sintomi tendono ad apparire più tra le donne rispetto agli uomini, quindi se li notate, recatevi subito dal medico.

Mal di schiena

6. Stordimento

Anche lo stato confusionale può essere uno dei sintomi di un arresto cardiaco. La cosa più comune è che sia accompagnato da vertigini che potrebbero aumentare. La persona perde l’equilibrio e si sente stordita. È importante rimanere calmi e non fare movimenti bruschi.

Consigli

Se notate uno di questi sintomi e non sono associati a un malessere specifico come mal di stomaco, un quadro di stress diagnosticato, ecc, dovete rivolgervi al più presto al vostro medico in modo da determinare la causa di questi sintomi.

La prevenzione è la chiave per scoprire una possibile malattia cardiaca o semplicemente per migliorare le abitudini di vita prima che si verifichi un infarto. Tra le sane abitudini che aiuteranno a prevenire un attacco di cuore vi sono una dieta sana, non fumare, sport ed evitare uno stile di vita sedentarioe.

Riconoscendo prontamente questi sintomi, potrete prevenire un infarto del miocardio, una delle principali cause di morte nel mondo. Fate attenzione a tutti i segnali che il corpo vi manda.

Guarda anche