I 9 sintomi del tumore al seno che ogni donna deve conoscere

15 settembre 2017
Anche se alcuni sintomi possono rispondere ad altre patologie meno pericolose rispetto al cancro, dinanzi al minimo sospetto dobbiamo rivolgerci ad uno specialista per ottenere una diagnosi precoce.

Il tumore al seno è una patologia cronica che si sviluppa quando le cellule del tessuto mammario crescono in modo anomalo. Si tratta di uno dei tumori più comuni nelle donne e, in effetti, sebbene possa colpire anche gli uomini, costituisce la seconda causa di morte tra la popolazione femminile.

Sebbene i trattamenti e i metodi per contrastarlo facciano continui progressi, è ancora uno dei tumori più aggressivi a causa della velocità con cui si espande.

Le cellule maligne riescono a spostarsi attraverso i vasi sanguigni e, quando la malattia non viene trattata opportunamente, danneggiano anche altre parti del corpo.

Per questo motivo, è fondamentale sapere come si manifesta nel corso delle sue fasi iniziali e quando conviene rivolgersi ad un medico per ricevere una diagnosi approfondita.

Oggi vogliamo rivelarvi i 9 sintomi che, sebbene possano dipendere anche da altre patologie, non devono essere sottovalutati nell’ambito della prevenzione di questo tumore.

Scoprite quali sono!

1. Noduli al seno

La comparsa improvvisa di noduli nel seno e nelle ascelle è un segnale che deve essere esaminato con attenzione, preferibilmente con l’aiuto di un professionista.

Questo sintomo è comune nei soggetti con un tumore al seno, poiché tale malattia danneggia i processi infiammatori e l’attività del sistema linfaticoTuttavia, molto spesso si tratta di noduli benigni.

2. Sanguinamenti anomali

I sanguinamenti anomali sono un sintomo comune per chi soffre di squilibri ormonali; nonostante ciò è fondamentale prestarvi attenzione, soprattutto se si verificano in maniera inusuale.

Nel caso del tumore al seno, molte donne possono soffrire di un lieve sanguinamento da uno o entrambi i capezzoli. In tal caso è necessario sottoporsi immediatamente ad esami medici.

3. Cambiamenti nella pelle del seno

Quando il tumore comincia ad avanzare, la pelle che ricopre il seno presenta alcune alterazioni che costituiscono un forte campanello d’allarme.

È fondamentale consultare il medico se:

  • La pelle del seno diventa rossa.
  • Si presentano ulcere o anomali cambiamenti di colore.
  • La pelle acquisisce un aspetto simile a quello della cellulite o della pelle a buccia di arancia.

4. Rientro del capezzolo

Ogni donna deve verificare regolarmente lo stato del proprio seno e, dopo un’attenta analisi, bisogna accertarsi dell’assenza di anomalie nei capezzoli. 

Il rientro di uno o entrambi i capezzoli è un sintomo evidente di tumore al seno.

5. Dolore e sensibilità

Durante le fasi iniziali del tumore al seno, è molto raro che si percepisca dolore o sensibilità palpando il seno. Tuttavia, man mano che la malattia avanza, questo sintomo comincia a manifestarsi in modo ricorrente.

Anche se non bisogna scartare che la loro comparsa sia dovuta al tumore, bisogna tenere in considerazione che si tratta di sintomi abituali anche di sindrome premestruale, mastite e bruschi cambiamenti ormonali.

6. Secrezioni inusuali

Le secrezioni dal seno possono verificarsi durante l’allattamento o possono essere dovute ad un’infezione ai capezzoli.

Tuttavia, un grande numero di pazienti affette da questo tumore manifesta questo sintomo nelle fasi avanzate della malattia.

In questi casi è visibile una secrezione di colore trasparente, bianca o giallognola che, spesso, sprigiona un odore sgradevole.

Leggete anche: 5 motivi per cui il seno fa male

7. Cambiamenti nella dimensione del seno

La crescita anomala di cellule nel tessuto mammario può provocare cambiamenti nella dimensione del seno.

Notare una possibile infiammazione e una dimensione diversa da quella normale deve indurci a rivolgerci al medico.

8. Improvvisa perdita di peso

Le donne che perdono improvvisamente e inspiegabilmente peso devono preoccuparsi. Sebbene ad alcune possa sembrare positivo, ciò può celare un grave disturbo.

La presenza di cellule maligne danneggia l’attività metabolica del corpo e, producendosi deficit nutrizionali, si verifica un’allarmante perdita di peso.

9. Debolezza e stanchezza

La sensazione di debolezza e stanchezza è un sintomo abituale per chi lavora a tempo pieno o per chi svolge attività fisica ad alta intensità.

Non possono più essere considerati normali, però, quando si verificano improvvisamente e in modo ricorrente, persino quando si mantiene uno stile di vita sano.

Rimanere a lungo in questo stato significa che qualcosa non va bene nell’organismo e che, probabilmente, tutte le energie vengono impiegate per fronteggiare la situazione.

Identificate uno o vari dei seguenti sintomi? Se così fosse, rivolgetevi al vostro medico e sottoponete la situazione alla sua attenzione il prima possibile.

Ricordate che più velocemente si ottiene una diagnosi, maggiori saranno le probabilità di superare la malattia.

Guarda anche