5 trucchi per combattere l’alito cattivo

· 30 ottobre 2017
L'alito cattivo può influire negativamente sulla nostra autostima e può portarci anche ad avere problemi di socializzazione e ad isolarci.

Alito cattivo? In termini scientifici l’insieme di odori sgradevoli del cavo orale è conosciuto con il nome di alitosi. Tale problema, però, non sempre ha a che vedere con la scarsa igiene.

Una grande percentuale di adulti soffre nell’arco della propria vita di alitosi. In generale il cattivo odore si verifica perché il dorso della lingua si riempie di batteri.

Il grado del disturbo varia nel tempo. Ad esempio, l’odore della saliva è più forte al mattino o può peggiorare in determinati giorni.

È molto importante tenere in considerazione la consistenza della saliva. Infatti se essa è in buono stato, assorbirà i residui cellulari più velocemente.

Se la saliva è scarsa o torbida, i batteri hanno l’opportunità di rilasciare composti putrefatti e, di conseguenza, di provocare l’alito cattivo.

Cause dell’alito cattivo

  • Cattive abitudini
  • Effetti collaterali dei farmaci
  • Stress
  • Malattie ai denti
  • Tartaro sulla lingua
  • Tumori a bocca, naso o gola
  • Salivazione scarsa
  • Infezioni batteriche
  • Fumo e alcol
  • Malattie croniche

In alcuni casi l’origine è incerta e non c’è altro da fare se non attaccare il problema. Ma esiste davvero una soluzione?

La prima cosa da fare è rivolgersi ad uno specialista che realizzi una diagnosi certa e scarti problemi davvero gravi. Non serve a nulla prendersi cura della bocca se l’origine del problema risiede in qualche disturbo grave agli organi, ad esempio.

Se si tratta di un problema lieve, non esitate a provare uno dei seguenti trucchi che vi permetteranno di mettere fine all’alito cattivo.

Leggete anche: 6 disturbi del cavo orale che indicano una malattia

Consigli per combattere l’alito cattivo

1. Prestate attenzione alla vostra igiene orale

Filo interdentale

Bisogna sottolineare che adottare una routine di pulizia ed eseguirla tutti i giorni è necessario per evitare che si formino migliaia di batteri.

È importante:

  • Lavare le zone chiave: denti, gengive e lingua.
  • Usare il filo interdentale due volte al giorno per rimuovere le particelle di cibo.
  • Utilizzare uno spazzolino da denti dalle setole morbide e con un raschietto per lingua.
  • Bisogna spazzolare più a fondo possibile.
  • Andare dal dentista almeno una volta all’anno.
  • Realizzare di tanto in tanto gargarismi con bicarbonato di sodio per disinfettare la bocca. 
  • Mettere lo spazzolino da denti nell’acqua ossigenata una volta alla settimana.

2. Prendetevi cura della vostra alimentazione

Esistono alimenti che causano alito cattivo, soprattutto quelli ricchi di grassi, la carne, le spezie, i latticini o quelli contenenti molti zuccheri.

Quando si consumano prodotti di questo tipo in eccesso, il processo digestivo presenta maggiori difficoltà e si palesa l’alito cattivo.

  • Includete nella vostra dieta frutta e verdura ricche di antiossidanti.
  • Evitate bevande con grandi quantità di acido come il caffè.
  • Ricordate che gli alimenti ricchi di zucchero danneggiano anche il funzionamento della gola.
  • Bevete infusi in grado di combattere l’alito cattivo, come il tè alla menta, quello verde o quello nero.

3. Aumentate le vitamine

Cibo sano

Il deficit di principi nutritivi e vitamine potrebbe essere la causa dell’alito cattivo.

Le vitamine e i minerali sono antiossidanti che mantengono in buono stato i tessuti e proteggono le cellule. Ingerendole, dunque, avrete un sistema immunitario più forte per attaccare qualsiasi tipo di batteri.

Non abbiate dubbi ad aggiungere integratori vitaminici alla vostra dieta per eliminare il muco e l’eccesso di tossine.

4. Prendersi cura dell’apparato digerente

Un cattivo processo digestivo può essere la causa di malattie quali gastrite, stitichezza o colite; l’alitosi è uno dei sintomi di tali condizioni.

Prendete in considerazione quanto segue:

  • Aumentate l’ingestione di fibre (grani integrali e frutta fresca).
  • Consumate alimenti ricchi di enzimi (papaya, avocado, ananas).
  • Inserite nella vostra dieta aceto di mele: fornisce acido cloridrico che ha il compito di scomporre gli alimenti.
  • Bevete almeno 2 litri d’acqua al giorno.

Leggete anche: 8 segnali di un cattivo funzionamento del sistema digerente

5. Consumare erbe naturali

Erbe naturali

In natura esistono un’infinità di piante dalle proprietà antibatteriche e antisettiche. Si tratta di eccellenti alleati per combattere l’alito cattivo.

  • Rosmarino, prezzemolo, basilico e timo aiutano ad eliminarlo.
  • Il mix di limone e sale disinfetta e idrata la zona.
  • Tè di chiodi di garofano.
  • Il finocchio mantiene la lingua e le gengive sane.
  • Masticate mela o sedano.
  • Gli oli essenziali di salvia contribuiscono a disinfettare il cavo orale.

Segnali di allarme

  • Il sapore amaro in bocca indica un eccesso di bilirubina e, probabilmente, un’anomalia epatica.
  • Un odore metallico è dovuto all’eccessiva presenza di acido urico ed è un segnale di problema ai reni.
  • L’odore di marcio rivela la possibile presenza di infezioni.
  • L’alito dolce indica l’aumento di glucosio, dunque è molto comune tra i pazienti affetti da diabete.

Prestate attenzione al vostro alito!

Guarda anche