Alimenti che contengono acido linoleico, quali sono?

25 Settembre 2020
In questo articolo presentiamo gli alimenti che contengono acido linoleico, oltre a spiegare a cosa serve questo acido grasso. Offre interessanti benefici alla salute, dunque conviene introdurlo nella dieta.

Sono numerosi gli alimenti che contengono acido linoleico. Questo lipide offre diversi benefici per la salute cardiovascolare ed è ritenuto efficace nella lotta contro i chili di troppo.

Si tratta senz’altro di un nutriente essenziale per la salute, che deve essere presente nella dieta così da prevenire possibili patologie cardiache. Diversi esperti in nutrizione sconsigliano di assumere integratori a base di acido linoleico; l’ideale, di fatto, è ottenerlo attraverso la dieta.

L’acido linoleico si trova nelle verdure

Le più importanti fonti di acido linoleico sono costituite dai vegetali. In particolar modo, ne sono ricchi la frutta secca e gli oli. È tuttavia presente anche nelle uova e in alcuni cereali.

Anche gli oli di semi contengono questo acido grasso, sebbene gli esperti ne sconsiglino il consumo su base regolare, soprattutto nelle fritture. In questo caso gli effetti nocivi degli altri componenti lipidici possono essere maggiori dei benefici.

Per garantire una corretta assunzione di acido linoeico attraverso l’alimentazione, bisogna seguire una dieta varia. Come regola generale, consumare frutta secca come merenda o spuntino è l’ideale per raggiungere questo scopo.

Non dobbiamo tuttavia dimenticare che questo lipide appartiene al gruppo degli acidi grassi Omega-6. Il consumo di questi acidi grassi, così come di quelli Omega-3, deve essere equilibrato per prevenire eventuali stati infiammatori nell’organismo.

È quanto affermato in una ricerca pubblicata sulla rivista Nutrients. L’assenza dell’equilibrio sistemico potrebbe rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo dell’obesità.

La frutta secca è tra gli alimenti che contengono acido linoleico.
La frutta secca vanta abbondanti quantità di acido linoleico, di cui costituisce la fonte migliore.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Mangiare la frutta secca: perché fa bene?

Gli alimenti che contengono acido linoleico riducono il rischio di contrarre malattie

Diversi studi, tra cui quello pubblicato sulla rivista Public Health Nutrition, associano un consumo regolare di alimenti ricchi di acido linoleico a un rischio minore di tumore, in particolare al seno. Ciononostante, sono necessari ulteriori dati a sostegno di questa tesi.

Articoli più recenti associano il consumo regolare di questo nutriente anche a un rischio minore di obesità e aterosclerosi. Un articolo pubblicato nel 2019 sulla rivista Nutrients stabilisce una possibile correlazione a lungo termine con la prevenzione di malattie croniche non trasmissibili.

Appare chiaro che il consumo di grassi sani è un fattore di protezione nei confronti dello sviluppo di numerose patologie. All’interno di questo gruppo di lipidi non si trovano quelli che hanno subito trattamento termico, processo mediante il quale si trasformano in grassi trans perdendo così le proprie qualità.

Vi consigliamo di leggere anche: Grassi idrogenati o trans: cosa sono?

Consumare acido linoleico nelle giuste proporzioni

Nonostante i benefici attribuiti al consumo di acido linoleico, si sconsiglia di assumere questa sostanza tramite integratori. Includere nella dieta gli alimenti che contengono acido linoleico è sufficiente per godere dei suoi benefici.

Non dobbiamo dimenticare, come già detto, che appartiene al gruppo degli Omega-6, famiglia di grassi sani. Se non si raggiunge un equilibrio di acidi grassi nell’organismo, i loro effetti antinfiammatori vengono meno.

Tenendo conto anche degli effetti sulla salute cardiovascolare, è fondamentale introdurre nella dieta anche prodotti ricchi di grassi Omega-3, come l’avocado, l’olio di oliva extravergine o il pesce azzurro. Tra questi ultimi è preferibile scegliere quelli di piccole dimensioni, che contengono inferiori quantità di metalli pesanti.

Semi con acido linoleico.
Per ottenere i massimi benefici derivanti dal consumo di acido linoleico, questa sostanza deve essere presente nella dieta.

Consumare gli alimenti che contengono acido linoleico

Allo scopo di migliorare il proprio stato di salute e ridurre l’incidenza di malattie come obesità e patologie cardiovascolari, è importante introdurre nella propria dieta gli alimenti che contengono acido linoleico. Questi nutrienti presentano diversi effetti positivi se consumati in maniera regolare.

I prodotti di origine vegetale, come la frutta secca, i semi o i cereali integrali, ne sono la fonte principale. Evitate, tuttavia, di acquistare quelli che sono stati sottoposti a trattamento termico, che potrebbe ridurne le proprietà nutrizionali e renderli meno sani.

Malgrado gli effetti positivi che questo lipide sembra esercitare sulla salute, la scienza sconsiglia di assumerlo tramite integratori. Questi ultimi non risultano utili nel trattamento di patologie croniche.

Gli acidi grassi ottenuti da un’alimentazione varia ed equilibrata sono sufficienti per soddisfare i fabbisogni dell’organismo. Provate quindi ad apportare qualche modifica alla dieta per godere di tutte le proprietà dell’acido linoleico.

  • Simopoulos AP., An increase in the omega 6/omega 3 fatty acid ratio increases the risk for obesity. Nutrients, 2016.
  • Zhou Y., Wang T., Zhai S., Li W., Meng Q., Linoleic acid and breast cancer risk: a meta analysis. Public Health Nutr, 2016. 19 (8): 1457-63.
  • Hartigh LJ., Conjugated linoleic acid effects on cancer, obesity and atherosclerosis: a review of pre clinical and human trials with current perspectives. Nutrients, 2019. 11 (2): 370.
  • Leizer, Cary, et al. “The composition of hemp seed oil and its potential as an important source of nutrition.” Journal of Nutraceuticals, functional & medical foods 2.4 (2000): 35-53.
  • Naughton, Shaan S., et al. “Linoleic acid and the pathogenesis of obesity.” Prostaglandins & other lipid mediators 125 (2016): 90-99.
  • Viladomiu, Monica, Raquel Hontecillas, and Josep Bassaganya-Riera. “Modulation of inflammation and immunity by dietary conjugated linoleic acid.” European Journal of Pharmacology 785 (2016): 87-95.
  • Jandacek, Ronald J. “Linoleic acid: a nutritional quandary.” Healthcare. Vol. 5. No. 2. Multidisciplinary Digital Publishing Institute, 2017.