5 alimenti da evitare in estate

L'estate è sinonimo di relax, ma non sotto tutti i punti di vista. Dovrete continuare a fare attenzione agli alimenti per evitare problemi di salute a medio termine.
5 alimenti da evitare in estate
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 19 giugno, 2023

Alcuni alimenti sarebbero da evitare in estate per i rischi microbiologici collegati. L’aumento delle temperature impone precauzioni a livello igienico, poiché vi è una maggiore possibilità di proliferazione di batteri patogeni.

Bisogna tener conto che ogni anno un numero considerevole di persone si reca al pronto soccorso per problemi legati ad intossicazioni alimentari. Nella maggior parte dei casi non accade nulla di grave, anche se possono verificarsi complicazioni come la disidratazione. Continuate a leggere!

Alimenti da evitare in estate

In periodi caldi come l’estate, il rischio di intossicazione alimentare aumenta notevolmente. Per le loro caratteristiche, alcuni cibi sono più pericolosi di altri. Quali sono quelli da evitare?

1. Maionese fatta in casa

La maionese è una delle salse più popolari. In estate viene spesso utilizzata per condire piatti freschi come insalate di pasta, insalate di legumi e verdure fredde.

Eppure, nonostante il fatto che le maionesi caserecce siano di qualità superiore a quelle industriali, sono realizzate a partire da uova crude e possono causare complicazioni. Se non vengono conservate correttamente, all’interno si può sviluppare la salmonella, con conseguenti problemi gastrointestinali.

Quindi, se avete intenzione di preparare questa salsa, dovete tenere conto che va conservata velocemente in frigorifero. È importante tenerla coperta e consumarla entro un periodo inferiore alle 48 ore. In caso di rilevamento di un cattivo odore o di un cambiamento di colorazione, deve essere automaticamente scartata.

Va notato che questo problema di igiene alimentare non esiste con la maionese industriale o preparata nei ristoranti. In tali casi, l’uovo pastorizzato viene utilizzato come elemento principale. Questo trattamento termico provoca l’eliminazione dei batteri patogeni che possono contaminare l’ingrediente.

Maionese fatta in casa
La maionese fatta in casa è preparata con uova crude. Pertanto, il suo consumo comporta il rischio di intossicazione alimentare.

2. Carne tritata

Tutte le carni sono alimenti più inclini a contenere batteri e comportano un rischio maggiore di intossicazione alimentare. Ma quando viene macinata, la superficie esposta è maggiore e il rischio aumenta.

I batteri che destano particolare preoccupazione sono E. coli, Salmonella o Listeria. Inoltre, durante la macinazione, i possibili batteri si mescolano e si distribuiscono nella carne.

Per questo motivo, è necessario prestare maggiore attenzione a questo tipo di prodotto, soprattutto in estate. Va sempre conservato in frigorifero (sotto i 4 gradi) e consumato entro 2 giorni.

Per quanto riguarda la cottura, il modo più sicuro è cuocerla a una temperatura sufficiente ed evitare che sia cruda o poco cotta in alcune parti o nella sua interezza.

3. Frutta a pezzi

Questo consiglio potrebbe sorprendere, ma la frutta tagliata e conservata senza refrigerazione non è esente da rischi di natura patogena.

In particolare, la frutta può contaminarsi durante la produzione, il trasporto o la conservazione. Se tagliata o dimezzata, questi batteri possono essere trasferiti alla polpa che viene consumata. Se non vengono conservati al freddo, gli agenti patogeni si moltiplicano molto più velocemente.

La frutta tagliata e pronta da mangiare è una grande attrattiva in molti negozi. Ma è consigliabile non acquistarla se non è stata conservata a basse temperature. Allo stesso modo, in estate non è consigliabile mangiare frutta tagliata che sia stata fuori dal frigorifero per più di 2 ore.

4. Pesce crudo

Nei mesi più caldi, il pesce e i frutti di mare sono un alimento preferito da molte persone. Tuttavia, come nel caso della carne, sono molto sensibili alle intossicazioni alimentari, per cui è necessario fare più attenzione.

La cosa più consigliabile da fare in estate è consumare pesce e crostacei cotti e aumentare le misure di sicurezza nell’acquisto, nel trasporto, nella manipolazione e nella conservazione.

È importante ricordare che il consumo di sushi, sashimi, tartara (e altre preparazioni a base di pesce crudo) nei ristoranti è sicuro. Anche in estate, poiché esiste una normativa specifica che tutti devono rispettare.

5. Bevande alcoliche e zuccherate

Il pericolo di queste bevande non è un problema di sicurezza alimentare, ma di salute, in quanto il rischio di disidratazione aumenta se consumate in giornate calde.

In primo luogo, la birra, il vino e le bevande alcoliche più forti riducono il rilascio dell’ormone antidiuretico, che aiuta a mantenere un buon equilibrio dei liquidi.

Inoltre, l’alcol fa urinare, aumentando la perdita di liquidi. È per questo motivo che in estate, con l’aumento delle temperature e della sudorazione, il rischio di disidratazione è maggiore.

Allo stesso tempo, questo rischio aumenta se mescolato con caffeina o bevande zuccherate, che sono anche molto utilizzate come bibite in estate o da mescolare con l’alcool.

Altri consigli per mangiare in sicurezza in estate

Il rischio di malattie alimentari aumenta in questo periodo dell’anno. Ciò è dovuto alle temperature e all’umidità più elevate, che facilitano la proliferazione dei batteri.

D’altra parte, aumentano i barbecue, i picnic e i pasti all’aperto, dove le condizioni di refrigerazione e le strutture di pulizia non sono le stesse di casa.

Per ridurre al minimo questo rischio, non basta ridurre il consumo degli alimenti più pericolosi in estate. Anche le misure di sicurezza alimentare di base devono essere prese in considerazione e attuate in modo più rigoroso:

  • Lavare le mani, le superfici e gli utensili da cucina prima e dopo aver manipolato gli alimenti (soprattutto la carne cruda), essere andati in bagno o aver giocato con gli animali domestici. Questo dovrebbe essere pianificato quando si mangia fuori casa.
  • Pulire frutta e verdura prima del consumo.
  • Tenere separati i prodotti crudi da quelli cotti. La carne e il pesce crudi devono essere confezionati correttamente per evitare che i loro succhi contaminino altri alimenti.
  • La cottura alla giusta temperatura è il modo migliore per uccidere i batteri. L’intervallo di sicurezza è compreso tra 70 e 85 gradi. Gli alimenti cotti non devono rimanere a temperatura ambiente.
  • Conservare gli alimenti in frigorifero e non lasciarli fuori dal frigorifero o dal congelatore.
  • Trasportare gli alimenti in frigoriferi portatili se i pasti devono essere consumati all’aperto e mantenerli sempre freschi, aprendoli e chiudendoli il meno possibile e tenendoli all’ombra. Refrigerate immediatamente gli avanzi e scartateli se il ghiaccio si è sciolto nelle borse frigo.

Alcuni alimenti essenziali per la dieta estiva

Ora che conoscete gli alimenti da evitare in estate, vi diremo quali sono i più appropriati e da introdurre regolarmente nella dieta.

Frutta e verdura

I prodotti a base vegetale sono consigliati in qualsiasi periodo dell’anno, ma soprattutto in estate. Sia la frutta che la verdura hanno al loro interno una grande quantità di acqua, che contribuisce a migliorare lo stato di idratazione. Questo è importante quando le temperature e il tasso di sudorazione aumentano.

La verdura
Frutta e verdura aiutano a mantenere il corpo idratato durante l’estate.

Pesce

Ormai si sa che la presenza di proteine nella dieta è fondamentale per migliorare la salute dei muscoli. Inoltre, occorre tenere presente che non tutte le proteine sono uguali.

Tra quelle di alto valore biologico, dobbiamo evidenziare quelle del pesce. Hanno tutti gli aminoacidi essenziali e un buon punteggio in termini di digeribilità.

Tra l’altro il pesce è un alimento leggero, facilmente digeribile, con poche calorie e con micronutrienti essenziali per prendersi cura della salute. Lo iodio è uno di questi, ma possiamo anche evidenziare il calcio. Il suo consumo è consigliato almeno 2 volte a settimana.

Latticini

È importante rinfrescarsi in estate. I cibi migliori da mangiare freddi sono i latticini. Ma sempre intero, sì. Le versioni scremate dovrebbero essere evitate, poiché insieme al grasso viene rimossa una buona quantità di vitamine liposolubili. Esempi di questi sarebbero la A e la D. È importante, inoltre, leggere l’etichetta per assicurarsi che non ci siano zuccheri aggiunti.

Attenzione agli alimenti da evitare in estate

Le misure di sicurezza e igiene alimentare sono importanti durante tutto l’anno, in quanto possono prevenire molte malattie dovute a intossicazioni alimentari.

Tuttavia, i periodi più caldi e umidi comportano un rischio maggiore ed è consigliabile essere più prudenti. Gli alimenti da evitare in estate sono altamente sensibili agli agenti patogeni e dovrebbero essere eliminati o ridotti nella dieta durante questi mesi.

Inoltre, il consumo di alcolici e bevande zuccherate aumenta il rischio di disidratazione. Ricordate che garantire un buono stato di idratazione nel periodo estivo è fondamentale per risparmiarsi molti problemi. A questo proposito, si consiglia di privilegiare l’acqua come bevanda principale e di inserire maggiormente le verdure nella dieta.

Potrebbe interessarti ...
Godersi l’estate senza rischi per la salute
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Godersi l’estate senza rischi per la salute

Per godersi l'estate senza rischi per la salute è necessario adottare alcune misure precauzionali. Scopritele in questo articolo.


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.


  • Agencia Española de Seguridad Alimentaria. Recomendaciones de consumo de pescado por presencia de mercurio. Ministerio de Sanidad y Consumo de España. 2019.
  • Ask USDA. Is homemade mayonnaise safe? U. S. Department of Agriculture.
  • Bishehsari F, Magno E, Swanson G, Desai V, Voigt RM, Forsyth CB, Keshavarzian A. Alcohol and Gut-Derived Inflammation. Alcohol Res. 2017;38 (2): 163-171. PMID: 28988571; PMCID: PMC5513683.
  • BOE. Real Decreto 1420/2006, de 1 de diciembre, sobre prevención de la parasitosis por anisakis en productos de pesca suministrados por establecimientos que sirven comida a los consumidores finales o a colectividades. Ministerio de Sanidad y Consumo «BOE» núm. 302, de 19 de diciembre de 2006.
  • Chen L, Xu H, Wu G, Huang Z. Occurrence, fatality and time distribution of food poisoning in Hunan Province. Zhong Nan Da Xue Xue Bao Yi Xue Ban. 2012 Feb; 37 (2): 126-30. doi: 10.3969/j.issn.1672-7347.2012.02.002. PMID: 22561429.
  • Cleveland Clinic. The risks of mixing alcohol and summer heat. Junio 2022.
  • Comunidad de Madrid. Cut fruit, always refrigerated.
  • Environmental Health. Summer food safety guidelines. Health and Human Services. Government of Canada.
  • Food Safety and Inspection Service. Ground beef and food safety. U. S. Department of Agriculture. Febrero 2016.
  • Kleiner SM. Food safety for your active summer. Phys Sportsmed. 1998 Aug;26(8):81-2. doi: 10.3810/psm.1998.08.1594. PMID: 20086845.
  • Malik VS, Hu FB. Sugar-Sweetened Beverages and Cardiometabolic Health: An Update of the Evidence. Nutrients. 2019 Aug 8;11(8):1840. doi: 10.3390/nu11081840. PMID: 31398911; PMCID: PMC6723421.
  • NSW Food Authority. Seafood safety. New South Wales Government.
  • Warrilow A, Mellor D, McKune A, Pumpa K. Dietary fat, fibre, satiation, and satiety-a systematic review of acute studies. Eur J Clin Nutr. 2019 Mar;73 (3): 333-344. doi: 10.1038/s41430-018-0295-7. Epub 2018 Aug 30. PMID: 30166637.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.