7 consigli per eliminare i moscerini della frutta

I moscerini della frutta sono un parassita molto diffuso in giardino o in cucina, attratti dalla frutta matura o dagli avanzi di cibo. Scopri il modo migliore per porre fine a questo problema.
7 consigli per eliminare i moscerini della frutta
Leonardo Biolatto

Revisionato e approvato da il dottore Leonardo Biolatto.

Scritto da Jonatan Menguez

Ultimo aggiornamento: 11 dicembre, 2022

È comune dimenticare la frutta a metà nel frigorifero o in cucina. Se ciò accade e non viene buttata via in pochi giorni, compaiono i moscerini della frutta.

Si tratta di piccoli insetti che compaiono negli ambienti dove è presente materia organica in decomposizione, putrefazione o fermentazione. Tuttavia, non sono solo un fastidio. Possono contaminare il cibo poiché trasportano germi.

Per evitare la loro comparsa, è necessario mantenere l’igiene, soprattutto nei settori in cui si accumulano resti di cibo. Per fortuna, ci sono diversi modi per eliminare i moscerini della frutta.

Perché compaiono i moscerini della frutta?

Questo tipo di moscerini cerca cibo in decomposizione per deporre le uova e nutrirsi; soprattutto frutta e verdura ad alto contenuto di fruttosio. Ad esempio, banane, uva, melone e zucca.

I moscerini della frutta si moltiplicano perché le femmine sono in grado di deporre circa 500 uova contemporaneamente.

Queste uova si schiudono in 24 ore e, solo un giorno dopo, raggiungono già l’età adulta, quindi sono in grado di riprodursi nuovamente. In questo modo, se non si cura questo fastidioso parassita, è molto difficile che scompaia.

Anche in spazi poco sanificati dove si accumulano resti di cibo. Cioè lavandini, piatti sporchi o bidoni della spazzatura.

Mentre possono apparire tutto l’anno, il loro periodo preferito è l’estate e l’inizio dell’autunno. Preferiscono ambienti caldi e umidi.

Rischi per la salute

I moscerini della frutta non rappresentano un rischio elevato per la salute, ma sono responsabili del trasporto di germi. Attraversando diversi alimenti e superfici della casa, è possibile che depositino microrganismi che, se ingeriti, possono trasmettere malattie digestive. Alcuni molto gravi, come la salmonella.

Per questo è importante disinfettare le zone in cui sono comparse, pulire bene frutta e verdura e, naturalmente, scartare quelle infette. I moscerini della frutta sono spesso confusi con altri parassiti simili, come funghi o moscerini delle piante.

Consigli per eliminare i moscerini della frutta

Esistono diversi modi per affrontare il parassita; alcuni di essi possono contenere sostanze tossiche e chimiche, quindi è importante che siano fuori dalla portata dei bambini. Si raccomanda inoltre l’uso dei guanti e l’immediata igienizzazione delle mani.

1. Trappole con aceto

Questo è un metodo altamente raccomandato per trattare i moscerini della frutta. L’aceto di mele è uno dei tuoi più grandi nemici.

Mescolane un po’ in un bicchiere, con qualche goccia di detersivo per piatti o detersivo, e posizionalo vicino a dove si trovano gli insetti. Saranno attratti dall’odore dell’aceto e saranno intrappolati dal sapone.

Un’alternativa a questo trucco fatto in casa è prendere un contenitore e versarci dentro dell’aceto di mele. Quindi posizionare sopra un involucro di plastica o un involucro di plastica, regolarlo e praticare dei piccoli fori.

Devono essere fatti con uno stuzzicadenti o una forchetta in modo che siano minuscoli. Gli insetti potranno entrare, ma non uscire. Se la piaga è grande, diversi di questi vasi possono essere posizionati contemporaneamente.

Aceto di mele per combattere i moscerini della frutta.
L’aceto di mele è un rimedio naturale per eliminare i moscerini della frutta.

2. Birra o vino

I moscerini della frutta sono attratti dall’alcol, quindi è possibile utilizzare una bottiglia di birra o di vino come trappola. Lasciarlo aperto e con un po’ di liquido dove si trova il parassita è l’ideale.

Facoltativamente, aggiungi qualche goccia di detersivo. Il collo sottile del contenitore funge da trappola, rendendo difficile la fuoriuscita degli insetti.

La stessa frutta o verdura che ha causato la peste può essere utilizzata per combatterla. Prima di scartare e disinfettare, metterne alcuni pezzi in un bicchiere, insieme a qualche goccia di vino o aceto.

Formate un cono con un pezzo di carta e depositatelo sopra. Dovrebbe avere una grande apertura in alto e una minuscola all’altra estremità. In questo modo le mosche entrano, ma non possono scappare.

3. Lievito

In un recipiente con poca acqua mettete una bustina di lievito attivo e un cucchiaio di zucchero per attirare gli insetti. Una volta che si saranno attaccati al composto, scartatelo e, se necessario, ricomponetelo.

4. Candeggina

Se il problema ha avuto origine nello scarico, è possibile utilizzare la candeggina per eliminare alcune mosche. Versarne un po’, sempre diluito in acqua, secondo le indicazioni del produttore.

Questo metodo non è dei migliori, poiché può uccidere alcuni adulti, ma non tutte le larve o le uova trovate. Esistono in commercio prodotti specifici per la disinfezione delle tubazioni.

5. Trappole appiccicose per moscerini della frutta

Se nessuna delle punte fatte in casa ha funzionato, è possibile acquistare trappole appiccicose per insetti. Funzionano per diverse specie, compresi i moscerini della frutta.

Si ottengono in negozi come negozi di ferramenta e vengono collocati in aree infestate. Una volta riempiti, devono essere cambiati e posizionati di nuovi.

È importante proseguire con un’immediata pulizia e igiene dell’ambiente.

6. Prodotti commerciali

Questi spray dovrebbero essere usati solo come ultima risorsa, poiché molti hanno effetti collaterali e non sono rispettosi dell’ambiente. Rivedere le istruzioni del prodotto e utilizzare con cautela nelle aree infestate.

Alcuni insetti possono essere uccisi, ma non si prendono nemmeno cura delle larve in formazione. Quindi la peste non scompare del tutto.

7. In giardino

Non è solo un problema in cucina. Nel caso di avere un orto o un frutteto possono essere presenti anche moscerini della frutta che attaccano gran parte del raccolto.

Per combatterli, utilizzate i metodi casalinghi già citati, ma posizionate i contenitori vicino alle zone colpite. Se possibile, all’ombra.

Durante la permanenza all’esterno è importante prestare attenzione alle piogge e all’ingresso di acqua nei contenitori. È anche possibile spaventarli con un pezzo di cipolla aperta. Il suo forte profumo funziona come un repellente.

Cipolle per spaventare i moscerini della frutta.
L’odore della cipolla funziona come repellente contro i moscerini.

Come prevenire la comparsa di moscerini della frutta?

È più facile prevenire la generazione di questo parassita che eliminarlo. Per questo motivo è fondamentale adottare alcune regolari misure igieniche in cucina, in giardino e negli spazi dove si accumulano resti di cibo.

  • Affondare e contrastare: un’area molto comune in cui si genera questa piaga. Evita di lasciare la frutta morsa o tagliata a metà. Anche alimenti deperibili per molti giorni. Rimuovere regolarmente gli avanzi di cibo dal lavandino.
  • Bidoni della spazzatura: è importante che abbiano un coperchio che si adatti bene, in modo che non rimanga spazio aperto. Puliscili frequentemente e cambia il sacchetto prima che si accumuli troppo cibo in decomposizione.
  • Riciclaggio: non dimenticare i contenitori per la raccolta differenziata. Lattine, bottiglie e barattoli devono essere lavati o messi a bagno prima dello smaltimento.
  • Cassetti: puliscili di tanto in tanto, insieme agli altri mobili della cucina. Prenditi cura anche delle zone difficili, come dietro e sotto il frigorifero e altri elettrodomestici, dove il cibo tende a cadere e ad accumularsi.
  • Conservare la frutta: se si preferisce avere frutta o verdura in esposizione, è consigliabile coprirle e tenerle in luoghi freschi. Soprattutto quelli con molto zucchero, poiché maturano più velocemente.
  • Attenzione quando fai la spesa: se vedi mosche nel negozio, evita di scegliere prodotti che si trovano nelle vicinanze. Quando arrivi a casa, pulisci bene la frutta e la verdura, poiché possono portare larve e uova che si schiudono in casa.
  • Liquidi: quando vengono versati liquidi, in particolare succhi e alcol, l’area deve essere pulita e disinfettata immediatamente. Nei frutteti o nei giardini togliere i frutti caduti prima che marciscano a terra e togliere dagli alberi quelli già maturi.

Non desistere

Sebbene siano dei parassiti fastidiosi e poco salutari, i moscerini della frutta non resistono al freddo. Quindi, se costa troppo rimuoverli, potrebbero sparire da soli con l’arrivo dell’inverno. Inoltre, la durata della vita di questi insetti è di circa due settimane.

Tuttavia, è importante prendersi cura del problema. Inoltre e preventivamente, installa zanzariere alle finestre e spegni le luci di notte, poiché le attira. Puoi anche posizionare una candela, quando altri settori sono bui, insieme ad acqua e detersivo. Quando si avvicinano, il fuoco brucia le loro ali e il sapone le annega.

Potrebbe interessarti ...
Togliere la muffa dal cibo e mangiare il resto?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Togliere la muffa dal cibo e mangiare il resto?

Togliere la muffa dal cibo e consumarne la parte integra è un0abitudine molto diffusa, nonostante i rischi. Quali sono i rischi per la salute?




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.