Come vomitare facilmente e in sicurezza?

In alcune occasioni può essere necessario indurre il vomito. Impara quando e come dovresti farlo per evitare complicazioni.
Come vomitare facilmente e in sicurezza?

Ultimo aggiornamento: 02 luglio, 2022

Il vomito è un fenomeno riflesso mediante il quale il corpo espelle il contenuto gastrico bruscamente e violentemente attraverso la bocca. Occasionalmente, può essere necessario indurre il vomito per alleviare il disagio o rimuovere eventuali sostanze nocive. Ecco come vomitare facilmente e in sicurezza.

L’induzione del vomito dovrebbe essere eseguita solo in situazioni di emergenza e non dovrebbe essere una pratica continua. Tale è il caso dell’ingestione di cibi tossici o della manifestazione di intenso disagio addominale. Allo stesso modo, è necessario recarsi il prima possibile in un centro medico per una valutazione professionale.

Si sconsiglia vivamente di seguire i passaggi per vomitare facilmente in sicurezza in caso di ingestione di liquidi acidi, irritanti o velenosi. Questa situazione potrebbe peggiorare la condizione, poiché la sostanza viaggerebbe di nuovo attraverso la gola e la bocca. In caso di dubbi, non esitare a consultare un medico.

7 passaggi per vomitare facilmente e in sicurezza

Indurre il vomito può essere spiacevole e opprimente. Tuttavia, è possibile vomitare facilmente e in sicurezza stimolando il riflesso del vomito.

Gli studi affermano che si tratta di una reazione protettiva che si manifesta quando uno stimolo irritante o esterno tocca la base della lingua.

1. Andare in bagno e lavarsi le mani

Vista la necessità di vomitare, la prima cosa da fare è andare in bagno. Se non è possibile, scegliere un’area appartata all’aperto. Tuttavia, è consigliabile avvisare qualcuno in modo che rimanga vigile.

Quindi lavarsi le mani per prevenire la contaminazione della gola da parte di microrganismi. Strofinare le dita e i palmi delle mani con abbondante acqua e sapone antisettico.

Vomitare in bagno in modo facile e sicuro.
La maggior parte delle persone sceglie il bagno come un posto tranquillo dove vomitare.

Leggi anche: Fa bene lavarsi con l’acqua fredda?

2. Preparare un posto dove scaricare il vomito

Vomitare davanti al gabinetto è il modo più sicuro e semplice di disfarsi del vomito. Non bisogna far altro che appoggiarsi davanti il water, evitando di esercitare pressione sull’addome. Se sei all’aperto, è bene munirsi di un sacchetto o di un contenitore usa e getta.

Si consiglia di togliere di mezzo ogni accessorio che potrebbe macchiarsi. Inoltre, le persone con i capelli lunghi dovrebbero legarli con un elastico per evitare di sporcarsi. Se sei con un amico o un familiare, puoi chiedere loro di tenerti i capelli.

3. Indurre il vomito

Nausea e conati di vomito sono segnali di avvertimento che indicano l’arrivo del vomito. Se noti questi sintomi, non dovresti cercare di trattenerli. Allo stesso modo, puoi aiutare il tuo corpo mettendo un dito o un lecca-lecca all’interno della bocca e applicando una leggera pressione sulla parte posteriore della lingua.

Un’altra area che può essere stimolata per vomitare facilmente e in sicurezza è l’ugola. Questa non è altro che la campanella che pende dal palato molle in bocca.

Di solito, la persona percepirà conati di vomito e contrazioni improvvise allo stomaco e alla gola. Dopo aver stimolato da 2 a 3 volte, il contenuto gastrico verrà espulso.

4. Bere molta acqua

Si consiglia di bere liquidi dopo il vomito per rimuovere i succhi gastrici che potrebbero rimanere attaccati alla bocca e alla gola. Puoi bere 1 bicchiere d’acqua a poco a poco o succhiare il ghiaccio. Allo stesso modo, questa azione permette di reintegrare parte del liquido che si perde con il vomito, prevenendo le complicazioni della disidratazione.

5. Sedersi e rilassarsi

Nella maggior parte dei casi, le persone avvertono debolezza muscolare, stanchezza e affaticamento dopo il vomito. Quindi è fondamentale concedere al corpo un paio di minuti per riprendersi.

Bisognerebbe riposare seduti per 20-30 minuti o sdraiati con un cuscino sulla schiena fino a quando non si avverte un leggero miglioramento. È sconsigliabile sdraiarsi a pancia in giù o su un fianco durante le prime ore dopo aver vomitato.

6. Lavarsi i denti dopo 30 minuti

I denti e le gengive sono spesso sensibili dopo essere stati a contatto con l’acido del contenuto gastrico. In questo senso, è consigliabile attendere dai 20 ai 30 minuti prima di lavarsi i denti. Per eliminare il sapore sgradevole in bocca si possono fare piccoli sciacqui con acqua.

7. Evitare il cibo per un paio d’ore

Come il resto del corpo, lo stomaco ha bisogno di tempo per riprendersi dopo il vomito. Questo è il motivo per cui un passo fondamentale per vomitare in sicurezza è evitare di mangiare per 1 o 2 ore dopo l’espulsione gastrica. Quando riprendi a mangiare, cerca di non consumare pasti abbondanti o piatti ricchi di grassi e zuccheri.

Possibili complicazioni dopo l’induzione del vomito

I rischi di indurre il vomito sono associati al passaggio dei succhi gastrici nelle vie respiratorie, alla perdita di liquidi e al danneggiamento delle pareti dell’apparato digerente. L’aspirazione del vomito può portare al soffocamento quando si verifica in quantità sufficiente, nonché all’infezione dell’albero respiratorio.

Gli studi affermano che la polmonite da aspirazione è il risultato del passaggio del contenuto gastrico nei polmoni, accompagnato da irritazione, infiammazione e rischio di proliferazione batterica. D’altra parte, l’induzione continua del vomito porta spesso alla disidratazione e alla perdita di elettroliti essenziali. Questa complicazione è più comune nei bambini e negli anziani.

Inoltre, in caso di vomito persistente, il contenuto gastrico può causare lesioni e ustioni all’esofago, alla gola e alla bocca. Un sintomo comune è vomitare sangue o l’ematemesi.

Vomito in macchina.
Quando si sente il bisogno di vomitare in strada conviene fermarsi e rilassarsi un attimo.

Cause più comuni di vomito

Il vomito involontario è un sintomo frequente in numerose patologie dell’apparato digerente. Inoltre, può essere il risultato di condizioni sistemiche. Alcune cause comuni sono le seguenti:

  • Epatite.
  • Gravidanza.
  • Appendicite.
  • Ulcera peptica.
  • Chemioterapia.
  • Gastroenterite.
  • Blocco intestinale.
  • Avvelenamento del cibo.
  • Idrocefalo e meningite.
  • Farmaci come FANS e analgesici oppioidi.

In questi casi, le caratteristiche e il colore del vomito di solito facilitano la diagnosi medica. Il trattamento della causa sottostante allevia il sintomo. In alcuni casi è necessaria la somministrazione di farmaci antiemetici, come metoclopramide o domperidone.

L’induzione del vomito non dovrebbe diventare una pratica quotidiana

È possibile vomitare facilmente e in sicurezza seguendo i passaggi indicati. Tuttavia, l’induzione del vomito non dovrebbe diventare un’abitudine per alleviare l’assunzione eccessiva di cibo. Nel caso in cui sentissi il bisogno di vomitare per questo motivo, ti consigliamo di consultare uno specialista in psicologia.

Potrebbe interessarti ...
Ridurre il bisogno di vomitare con ingredienti naturali
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Ridurre il bisogno di vomitare con ingredienti naturali

L'infuso di menta, finocchio o cannella può essere utile per ridurre il bisogno di vomitare. Ne parliamo in questo articolo.



  • Cámpora H, Falduti A. Evaluación y tratamiento de las alteraciones de la deglución. Revista Americana de Medicina Respiratoria. 2012; 12 (3): 98-107.
  • Sejas A, Soliz A, Gonzalo A. Síndrome de Mendelson: reporte de un caso. Gac Med Bol. 2015;  38( 2 ): 73-75.
  • Ortega E, Hoyos R. Vómitos. Form Act Pediatr Aten Prim 2009;2(1):23-30.
  • Schmidt AP. Prevention of postoperative nausea and vomiting: new insights for patient care. Braz J Anesthesiol. 2020 Sep-Oct;70(5):452-454.
  • Popa SL, Chiarioni G, David L, Golea GI, et al. Functional Emesis. J Gastrointestin Liver Dis. 2019 Sep 1;28(3):319-325.