Condizioni della frutta: caratteristiche e benefici

A seconda dello stato in cui viene consumata la frutta, genererà una serie di effetti o altri nel corpo. Ecco cosa c'è da sapere.
Condizioni della frutta: caratteristiche e benefici
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 31 agosto, 2022

A seconda delle condizioni in cui viene consumata la frutta, si possono ottenere diversi benefici. Prima di procedere, vale la pena ricordare che stiamo parlando di alimenti da inserire nella dieta assolutamente, anche se sempre in quantità moderate.

Non dobbiamo dimenticare che i contesti possono influenzare molto quando si stabiliscono le linee guida a livello nutrizionale. Ad esempio, nelle persone con patologia metabolica, potrebbe essere necessario dare la priorità alle verdure anziché alla frutta.

Le verdure sono considerate molto positive per il corpo grazie alla presenza di vitamine e sostanze fitochimiche. Questi elementi neutralizzano la formazione di radicali liberi e il loro successivo accumulo nei tessuti. Grazie a questo effetto, si riduce il rischio di sviluppare patologie croniche.

Benefici della frutta verde

La frutta verde è caratterizzata da uno scarso stato di maturazione. Non è molto appetitoso dal punto di vista organolettico, poiché non ha un sapore dolce.

Alcune varietà, infatti, potrebbero contenere al loro interno alcuni elementi tossici, fino al momento in cui non completano il processo di maturazione. Pertanto, è necessario prestare attenzione quando si includono questi prodotti nella dieta.

Naturalmente, consumare alcuni tipi di frutta verde può essere positivo per la salute. Un esempio potrebbe essere la banana.

In questo caso si ha una maggiore concentrazione di fibre, che riduce il successivo picco di insulina e migliora il funzionamento del tubo digerente. La fibra riesce ad aumentare il volume del bolo fecale, provocando una maggiore attivazione dei meccanocettori e riducendo la stitichezza. Lo conferma uno studio pubblicato sulla rivista BMJ Clinical Evidence.

Potrebbe anche essere positivo che le persone con patologia metabolica abbiano consumato il frutto leggermente verde. Pertanto, verrà assorbito meno fruttosio, con un impatto minore sui livelli di zucchero nel sangue. Sarà raggiunto un controllo glicemico più efficiente.

pere verdi.
Alcuni tipi di frutta quando sono verdi, sono immaturi. Pertanto, hanno più fibra.

Proprietà della frutta matura

La frutta matura è la più consumata al mondo. Ha ottime caratteristiche organolettiche e un sapore dolce.

Si distingue anche per presentare vari tipi di nutrienti, come vitamine e minerali. Una menzione speciale va fatta ai fitochimici. Questi elementi controllano il potenziale di ossidazione e hanno dimostrato di ridurre l’incidenza di diversi tipi di gravi problemi di salute.

In ogni caso, è importante porre particolare enfasi sulla necessità di consumare la frutta tal quale, evitando di utilizzare solo il succo. Anche macinarlo in un frullato non sembra l’opzione migliore. In questo caso le fibre vengono distrutte meccanicamente, il che altererebbe la velocità di assorbimento degli zuccheri.

La frutta molto matura

Alcune persone tendono a consumare la frutta nelle fasi avanzate della maturazione. In questo caso, il prodotto ha al suo interno una maggiore quantità di fruttosio.

Devi stare attento con esso, poiché questo zucchero potrebbe influenzare negativamente il rischio di sviluppare fegato grasso non alcolico. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Nutrients. L’incidenza sarà maggiore quando l’elemento viene ingerito in forma liquida o in quantità molto elevate.

Tuttavia, la frutta molto matura sarà eccellente per gli atleti. In questo caso è necessario un elevato apporto di carboidrati con la minima quantità di fibre per evitare disturbi gastrici.

L’assunzione di questo tipo di alimenti potrebbe aiutare a prevenire l’insorgenza di stanchezza, aumentando le prestazioni nei test di resistenza. C’è anche la possibilità di schiacciarlo e farne una purea, per facilitare ulteriormente la successiva digestione.

Naturalmente, nelle persone sedentarie, il consumo di frutta molto matura non è consigliato. Soprattutto quando si parla di varietà che hanno già abbastanza carboidrati all’interno, come le banane. Meglio optare per un pezzo che sia al giusto punto di maturazione per goderne il sapore, ma garantire una maggiore quantità di fibra.

Succo di frutta.
I succhi forniscono meno fibre rispetto alla frutta intera, quindi l’assorbimento degli zuccheri sarà maggiore quando si bevono liquidi.

Scopri: Succhi verdi, eccone 5 per depurarsi e dimagrire

Le condizioni della frutta determinano i suoi effetti sull’organismo

Le diverse fasi di maturazione e condizioni della frutta possono alterarne la concentrazione in nutrienti ed i conseguenti effetti sull’organismo. La cosa più importante a questo proposito è adattare la tipologia di prodotto alle esigenze individuali e al tempo di assunzione. Come regola generale, è meglio scegliere la frutta di stagione al giusto punto di maturazione.

Per finire, va notato che mangiare bene non è sufficiente per prendersi cura della propria salute. Devi promuovere insieme una serie di buone abitudini.

Potrebbe interessarti ...
Disidratare la frutta in casa senza essiccatore
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Disidratare la frutta in casa senza essiccatore

Disidratare la frutta in casa è facile e si ottiene un prodotto di qualità e conveniente. Oltre ad essere gustosa, è energetica e sana



  • Tabbers, M. M., & Benninga, M. A. (2015). Constipation in children: fibre and probiotics. BMJ clinical evidence2015, 0303.
  • Neha, K., Haider, M. R., Pathak, A., & Yar, M. S. (2019). Medicinal prospects of antioxidants: A review. European journal of medicinal chemistry178, 687–704. https://doi.org/10.1016/j.ejmech.2019.06.010
  • Ter Horst, K. W., & Serlie, M. J. (2017). Fructose Consumption, Lipogenesis, and Non-Alcoholic Fatty Liver Disease. Nutrients9(9), 981. https://doi.org/10.3390/nu9090981