Dieta dell’avena per dimagrire in poco tempo

· 23 settembre 2018
Seguendo la dieta d'avena, potete bruciare i grassi accumulati e perdere chili in poco tempo. A causa della sua natura restrittiva, deve essere seguita per un breve periodo e non può essere adottata come dieta a lungo termine

La dieta dell’avena ha guadagnato molta popolarità negli ultimi anni, poiché rappresenta un modo svelto ed efficace per dimagrire. Sebbene sia un piano alimentare depurativo, che può essere applicato solo per pochi giorni, è diventato un buon alleato per perdere peso.

Mentre è essenziale migliorare le abitudini alimentari in generale, seguire la dieta dell’avena può aiutare a stimolare il consumo di grassi.

L’avena, essendo uno dei cereali più completi, fornisce nutrienti che stimolano l’attività metabolica, la digestione e altri importanti processi che incidono sull’indice di massa corporea.

Come ci aiuta a dimagrire? In questo articolo condividiamo in dettaglio gli aspetti più rilevanti di questo ingrediente e il piano alimentare consigliato per seguire questa dieta.

Cos’è la dieta dell’avena e quali sono i suoi benefici?

Avena

Il consumo regolare di avena è una delle abitudini alimentari che contribuiscono a migliorare il peso corporeo. Includere questo cereale in un programma alimentare equilibrato migliora la digestione e prolunga la sensazione di sazietà tra i pasti.

La dieta dell’avena propone un piano disintossicante per perdere chili e qualche taglia in pochi giorni. Si tratta di un regime il cui valore nutrizionale non soddisfa i requisiti dell’organismo, per questo motivo non deve essere seguito per più di cinque giorni.

Consiste nell’includere questo cereale nei pasti principali della giornata. Insieme a questa assunzione si consigliano cibi a basso contenuto calorico come frutta, verdura e carni magre.

Durante i giorni della dieta non è consentita l’assunzione di altre fonti di carboidrati come riso, legumi o pasta. Allo stesso modo, tutte le fonti di grassi saturi e zuccheri devono essere eliminate.

Leggete anche: I 4 migliori frullati a basso contenuto calorico

Benefici della dieta dell’avena

Includere la farina d’avena nei pasti principali ha molti vantaggi per il peso e la salute. Nonostante ciò, è essenziale ricordare che questo regime non soddisfa le caratteristiche di una dieta equilibrata e, pertanto, non dovrebbe essere seguito a lungo.

Oltre a essere un efficace piano per purificare il corpo e accelerare il metabolismo, la dieta dell’avena ha altri vantaggi importanti che sono degni di nota:

  • È molto povera di calorie e ha un effetto saziante che previene gli attacchi di fame.
  • L’avena è un’importante fonte energetica che aiuta a mantenere buone prestazioni fisiche e mentali.
  • I carboidrati di questo alimento sono a lento assorbimento, dunque prevengono i picchi glicemici.
  • Il suo apporto di grassi insaturi, detti anche “grassi sani”, è ottimo per la salute cardiovascolare e il cervello.
  • Ideale per eliminare i liquidi trattenuti nei tessuti, poiché ha un effetto diuretico nel corpo.
  • Il suo notevole apporto di fibra,promuove le funzioni digestive e previene la stitichezza.

Dieta dell’avena per perdere tra 3 e 5 chili in 5 giorni

Crema con avena

Gli effetti della dieta dell’avena possono variare per ciascuna persona, a seconda dell’età e del metabolismo. Non è raccomandata per adolescenti o anziani, in quanto può essere troppo restrittiva per le loro esigenze.

Tuttavia, proponiamo dei menù leggermente più equilibrati per evitare gli eccessi.

Opzioni per la colazione

  • Tre cucchiai di farina d’avena, una tazza di latte scremato e un cucchiaio di uvetta.
  • Un bicchiere di frullato di farina d’avena con latte vegetale e banana.
  • Una ciotola di avena con frutta secca e uvetta.
  • Tre cucchiai di avena e una ciotola di frutta.
  • Uno yogurt greco con due cucchiai di farina d’avena.

Opzioni per il pranzo

  • Mezzo piatto di insalata verde condita con olio d’oliva e pepe a piacere; un cucchiaio di fiocchi di avena e una piccola porzione di pollo.
  • Una ciotola di zuppa di farina d’avena e una porzione di petto di pollo arrosto.
  • Tre cucchiai di farina d’avena in acqua e una ciotola di insalata mista con pollo tagliuzzato.
  • Tre cucchiai di farina d’avena in acqua e un’insalata con pomodoro, lattuga e asparagi.
  • Mezzo piatto di verdure saltate in padella, una porzione di pollo e un bicchiere di latte d’avena.

Opzioni per la cena

Cena

  • Uno yogurt greco con due cucchiai di farina d’avena e una mela.
  • Una ciotola di insalata verde e un bicchiere di latte scremato con farina d’avena.
  • Un piatto di brodo di pollo con verdure e tre cucchiai di farina d’avena in acqua o latte.
  • Una porzione di pesce, mezzo piatto di verdure al vapore e tre cucchiai di farina d’avena.
  • Una ciotola di insalata di spinaci con uovo sodo e un bicchiere di latte d’avena.

Spuntini per mattina e pomeriggio

  • Un bicchiere di latte d’avena e una manciata di frutta secca.
  • Una mela tritata cosparsa con un cucchiaio di farina d’avena.
  • Un frullato di farina d’avena, fragole e banana.
  • Una ciotola di farina d’avena nel latte.
  • Una macedonia

Come con altri regimi alimentari, la dieta dell’avena può avere alcuni effetti collaterali durante e dopo il suo completamento. È possibile che alla fine della dieta si verifichi l’effetto yo-yo, ovvero che si possono recuperare alcuni chili persi una volta recuperate le normali abitudini alimentari.

Per evitare di perdere i risultati ottenuti, è essenziale seguire una dieta equilibrata e controllare le calorie anche dopo aver completato questo regime alimentare.

Guarda anche