I pistacchi e i loro incredibili benefici

10 Dicembre 2020
Il consumo quotidiano di pistacchio, sempre in dosi moderate, può aiutare le persone sottopeso a prendere qualche chilo e farlo in salute. Inoltre, offre qualche altro beneficio.

Mangiare pistacchi tutti i giorni è un’abitudine per alcune persone. Secondo loro, il consumo regolare di questo alimento, sempre in dosi moderate, può contribuire a rendere sana e completa la loro dieta.

Se siete curiosi di sapere quali benefici potreste ottenere dal consumo di pistacchio, allora continuate a leggere perché stiamo per darvi dei dati interessanti.

I pistacchi, ricchi di grassi monoinsaturi

Gli esperti della Fondazione Spagnola di Nutrizione (FEN) sostengono che i pistacchi siano fonti di acidi grassi insaturi, acidi grassi monoinsaturi, fibre, calcio, magnesio, zinco, potassio, fosforo, ferro, tiamina, vitamina E e folati.

Inoltre, sostengono anche che una porzione di pistacchi copra il 15% del fabbisogno giornaliero raccomandato di fosforo, minerale che contribuisce a mantenere la salute delle ossa.

Anche se in generale la frutta secca è un alimento davvero sano e nutriente, il pistacchio spicca in particolare per essere un buon complemento nella dieta di coloro che avrebbero bisogno di prendere peso, sempre all’insegna della salute.

I pistacchi sono il tipo di frutta secca con il maggiore contenuto calorico, di conseguenza contiene un elevato contenuto di grassi insaturi, soprattutto monoinsaturi.

Pistacchi con guscio e senza

Potrebbe interessarvi anche: Deliziosi frullati per dimagrire senza sentire la fame

Perché mangiare pistacchi tutti i giorni?

Anche se di certo non tutti possono mangiare pistacchio tutti i giorni per stare bene, ci sono persone che possono trarre enorme vantaggio dal consumo di questo prodotto. Stiamo parlando, ad esempio, delle persone con problemi alle ossa, di persone sottopeso e dei pazienti affetti da malattie cardiovascolari.

1. Favoriscono la buona salute cardiovascolare

Grazie al suo contenuto di nutrienti e antiossidanti, il pistacchio è un alimento che può contribuire alla salute cardiovascolare. Inoltre, grazie al suo contenuto in fitosteroli, arginina, resveratrolo e luteina, il pistacchio:

Può aiutare a regolare l’ipertensione e a ridurre il colesterolo. Inoltre, si prende cura dei muscoli del cuore e può prevenire l’aterosclerosi.

2. Aiutano a prevenire l’emicrania

I pistacchi contengono magnesio, un minerale che, tra le tante cose, aiuta a regolare la funzione dei muscoli di tutto il corpo (compreso il cuore) e del sistema nervoso, oltre ai livelli di zucchero nel sangue, e la pressione sanguigna. Infine, contribuisce alla formazione delle proteine, del DNA e della massa ossea.

Secondo gli esperti del National Institutes of Health:

Le persone che soffrono di emicrania alcune volte presentano bassi livelli di magnesio nel sangue e in altri tessuti. Diversi studi minori affermano che gli integratori di magnesio possono contribuire a ridurre leggermente la frequenza delle emicranie. Tuttavia, il magnesio va assunto a questo scopo solo sotto supervisione medica.

3. Contengono antiossidanti

Donna sorridente che si tocca il viso

Questo tipo di frutta secca ha un elevato contenuto di antiossidanti come la vitamina C ed E, selenio e resveratrolo. Questi nutrienti ci proteggono dal danno causato dai radicali liberi, sia a livello cellulare che esterno. In questo modo preveniamo l’invecchiamento precoce e manteniamo la pelle sana e ben idratata

Potrebbe interessarvi: Antiossidanti naturali: in quali alimenti si trovano?

4. Per prendersi cura della muscolatura

Grazie al contenuto di potassio, mangiare pistacchio è molto utile quando ci si vuole prendere cura della muscolatura e per mantenere un buon rendimento fisico. Promuove la contrazione dei muscoli, la trasmissione nervosa e, inoltre, favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

5. Contengono proprietà anti-diabetiche

Il pistacchio spicca per essere il miglior tipo di frutta secca per prevenire il diabete di tipo 2, grazie al contenuto in betacarotene, procianidine e fibre. Secondo studio, il consumo abituale riduce i livelli di zucchero nel sangue e migliora la resistenza all’insulina.

Questo perché un suo consumo abituale riduce i livelli di zucchero nel sangue e migliora la resistenza all’insulina.

6. Proteggono la vista

Il suo contenuto in luteina, riboflavina e zeaxantina fa del pistacchio un ottimo ingrediente per proteggere la salute della vista. In effetti, questa caratteristiche li rende un eccellente rimedio per prevenire e migliorare i problemi associati alla vista.

7. Aiutano a regolare il transito intestinale

I pistacchi sono particolarmente ricchi di fibre, nutrienti che stimolano e regolano la funzionalità intestinale. Ecco perché con un’alimentazione ricca di frutta e verdura possiamo prevenire la stitichezza.

Potrebbe interessarvi: Consumare fibre a sufficienza e consigli nutrizionali 

8. Aiutano a prevenire l’anemia

Il pistacchio è anche un alimento ricco di ferro, un elemento che dobbiamo consumare quotidianamente per prevenire l’anemia sideropenica.

È bene, tuttavia, seguire una dieta variata e consumare anche la vitamina C (contenuta, ad esempio, negli agrumi e nei peperoni) per migliorare l’assimilazione del ferro.

Quanti se ne possono mangiare ogni giorno?

La frutta secca rientra in una dieta equilibrata e sana. Tuttavia, dobbiamo consumarla con moderazione, trattandosi di una categoria alimentare composta da alcuni tipi di frutta, come il pistacchio, come un elevato contenuto calorico.

In generale, la razione consigliata è una manciata di frutta secca al giorno. Nel caso dei pistacchi, se ne possono mangiare 49 unità al giorno, corrispondente a circa 30 grammi privi di guscio.

Infine, vi ricordiamo che i pistacchi andrebbero mangiati al naturale, non salati, per evitare di assumere troppo sodio e di annullare buona parte dei loro benefici.

  • Dreher, M. L. (2012). Pistachio nuts: Composition and potential health benefits. Nutrition Reviews. https://doi.org/10.1111/j.1753-4887.2011.00467.x
  • Mohammadifard, N., Salehi-Abargouei, A., Salas-Salvadó, J., Guasch-Ferré, M., Humphries, K., & Sarrafzadegan, N. (2015). The effect of tree nut, peanut, and soy nut consumption on blood pressure: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled clinical trials. American Journal of Clinical Nutrition. https://doi.org/10.3945/ajcn.114.091595
  • Kay, C. D., Gebauer, S. K., West, S. G., & Kris-Etherton, P. M. (2010). Pistachios Increase Serum Antioxidants and Lower Serum Oxidized-LDL in Hypercholesterolemic Adults. Journal of Nutrition. https://doi.org/10.3945/jn.109.117366