Patata dolce o batata: proprietà e benefici

4 Dicembre 2020
La patata dolce è un tubero che possiede notevoli proprietà nutrizionali; inoltre, si tratta di un ingrediente perfetto per diverse ricette. Scoprite i benefici per la salute offerti dal suo consumo.

Sapevate che la patata dolce è un alimento che possiede diverse proprietà nutrizionali? Se anche voi avete l’abitudine di consumarla, sarete lieti di sapere che oltre ad avere un gradevole sapore, apporta diversi benefici alla salute.

Questo tubero è conosciuto con diversi nomi: patata dolce, patata americana, batata. È una pianta di origine sudamericana, che al giorno d’oggi, però, viene coltivata nella maggior parte del mondo. Inoltre, rappresenta un’opzione nutriente ed economica.

Proprietà nutrizionali della patata dolce

Secondo lo studio pubblicato sulla Revista Iberoamericana de Tecnología Postcosecha, si tratta di un alimento ad alto valore nutrizionale. Offre diverse sostanze utili per il corpo umano, tra cui:

  • Fibre dietetiche: in grado di stimolare la peristalsi.
  • Idrati di carbonio: soprattutto sotto forma di amido, che si degrada in zuccheri semplici ed è il responsabile del sapore dolce.
  • Vitamine: precursori della vitamina A, complesso B e vitamina C.
  • Minerali: potassio, ferro, manganese, magnesio.
  • Composti fenolici: insieme ad altri antiossidanti che bloccano i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
Patata dolce in una ciotola.
La patata dolce possiede proprietà nutrizionali utili al benessere generale.

Quali benefici offre il consumo di patata dolce?

Il corpo umano ha bisogno di consumare tutti i nutrienti presenti nella patata dolce: se non riesce a soddisfare il fabbisogno quotidiano di ognuno di essi, la salute può risentirne. Vediamo in che modo possono aiutarci a stare meglio.

Favorisce la cicatrizzazione

Grazie al suo apporto di vitamina C, la patata dolce aiuta a prevenire le emorragie e accelera la cicatrizzazione. Alcuni studi segnalano che la patata dolce gialla viene impiegata fin da tempi antichi nel trattamento di malattie associate a questo nutriente. Il suo contenuto di vitamina C si combina con quello di beta-carotene che amplifica l’azione dei fibroblasti.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Vitamine gruppo B: caratteristiche e benefici

Protegge la salute cardiovascolare

Se consumato in modo regolare e nel contesto di una dieta equilibrata, la patata dolce esercita un effetto cardioprotettore perché protegge il cuore e i vasi sanguigni. Ciò si deve al suo contenuto di vitamina B6, che contribuisce a prevenire l’indurimento delle arterie e di altri vasi sanguigni.

Oltre a ciò, grazie al suo apporto di potassio, il consumo di patata dolce abbassa la pressione sanguigna. Questo minerale si è dimostrato positivo per i soggetti con ipertensione, esercitando un effetto contrario a quello del sodio.

Epatoprotettore

Le antocianine della patata dolce proteggono il fegato perché in grado di prevenire le emorragie e l’infiammazione cellulare, e perfino la necrosi o morte cellulare di questo organo.

Il fegato è un organo che svolge una molteplicità di funzioni metaboliche. Le antocianine si rivelano pertanto indispensabili per assicurare che i processi interni avvengano in modo adeguato.

Previene la comparsa dell’infiammazione sistemica

Come è stato detto, la patata dolce possiede sostanze antiossidanti, la cui funzione consiste nel prevenire i danni cellulari provocati dai radicali liberi. Ciò consente di calmare i processi infiammatori che si verificano all’interno dell’organismo.

In relazione a questo aspetto, uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Acta Médica Peruana indica che questi composti potrebbero fungere da protettori oncologici, riducendo lo sviluppo del tumore al seno, alla prostata, al colon e alla pelle. Tutte queste neoplasie sono collegate all’infiammazione cronica.

Migliora la digestione

Grazie al suo contenuto di fibre dietetiche solubili e insolubili, la patata dolce migliora la digestione. Questi componenti accelerano il transito intestinale, evitando la stitichezza e la sintomatologia a essa associata.

In aggiunta, le fibre riducono l’assorbimento intestinale del colesterolo e possiedono un notevole effetto saziante. In questo modo, regolano la quantità di zuccheri presente nel sangue, aspetto che si rivela fondamentale nei piani alimentari per persone diabetiche e nella prevenzione delle sindromi metaboliche.

Come possiamo cucinarla?

È possibile cucinare la patata dolce in modi diversi: arrosto, purè oppure aggiunta a frittate e vellutate. Queste ricette consentono di ottenere tutti i benefici che la patata dolce è in grado di offrire. Ecco 3 opzioni che potrebbero piacervi.

1. Chips: uno snack sano

Sane chips di patata dolce in sostituzione delle classiche patatine fritte. Per cucinarle, vi serviranno: una batata lavata (non è necessario togliere la buccia), un cucchiaino di olio, sale e spezie. Seguite il seguente procedimento:

  • Tagliate la patata dolce a fettine sottili.
  • Mettetele in una teglia con un po’ di olio e aggiungete sale, condimenti o spezie a vostra scelta.
  • Cuocetele in forno per 10 minuti. Se desiderate che diventino molto croccanti, preriscaldate la teglia per 5 minuti.

2. Vellutata cremosa

Se siete amanti delle vellutate dalla consistenza cremosa, questa è l’opzione perfetta per voi. Potete prepararla come vellutata base a cui aggiungere altri ingredienti di vostro gradimento. Avrete bisogno di due patate dolci sbucciate, 1 cucchiaio di semi, acqua, sale e scalogno a piacere. I passaggi da seguire sono i seguenti:

  • Fate bollire le patate dolci senza aggiungere troppa acqua: in questo modo non dovrete scolarle. Lasciate cuocere finché non diventano morbide.
  • Schiacciatele con una forchetta, poi aggiungete i semi, lo scalogno tritato, il sale e i condimenti. Frullate tutto insiene.
  • La vellutata è pronta per essere consumata. Se preferite, però, potete aggiungere del formaggio, uova o un qualche tipo di carne.

3. Purè di patata dolce

Un’idea molto semplice è consumare questo alimento sotto forma di purè, perfetto per accompagnare piatti di carne o altre portate. A questo scopo avrete bisogno di 1 patata dolce grande, sale, 1 cucchiaio di burro e spezie. La preparazione è la seguente:

  • Sbucciare la patata dolce e farla bollire fino a quando non si ammorbidisce. Potete cuocerla anche al vapore.
  • Schiacciarla con una forchetta, aggiungere il sale, le spezie e il burro.
  • È già pronto per essere servito.
Patatine fritte.
Le chips sane sono perfette per fare uno spuntino tra un pasto e l’altro.

Vi consigliamo di leggere anche: Le 10 regole per un purè di patate perfetto

Introdurre la patata dolce nella dieta per ottenere tutti i suoi benefici

Il consumo di questo tubero offre diversi benefici alla salute, motivo per cui vi consigliamo di introdurlo nella dieta. Si tratta di un alimento versatile, adatto per preparare piatti dolci e salati.

D’altra parte, non dimenticate che dovreste seguire un’alimentazione sana in generale e condurre una vita attiva. A mano a mano che procederete nell’adozione di un programma di cure e prevenzione, diventerà sempre più facile includere nella vostra routine prodotti come la patata dolce.

  • Caballero-Gutiérrez, L., & Gonzáles, G. F. (2016). Alimentos con efecto anti-inflamatorio. Acta Médica Peruana33(1), 50-64.
  • Vidal, A. R., Zaucedo-Zuñiga, A., & Ramos-García, M. (2018). Propiedades nutrimentales del camote (Ipomoea batatas L.) y sus beneficios en la salud humana. Revista Iberoamericana de Tecnología Postcosecha19(2), 1-15.
  • Romero, A. D. C. S., Morales, E. Y. V., Silva, C. M. S., Centeno, P. C., & Pachón, H. (2011). Evaluación sensorial de tortas de camote (Ipomoea batatas), elaboradas con o sin hojas de camote, con niños en edad escolar en Nicaragua. Perspectivas En Nutricion Humana13(2), 191-202.
  • Bovell‐Benjamin, A. C. (2007). Sweet potato: a review of its past, present, and future role in human nutrition. Advances in food and nutrition research52, 1-59.
  • Mu, T. H., & Singh, J. (2019). Sweet potato: chemistry, processing, and nutrition—an introduction. In Sweet Potato (pp. 1-4). Academic Press.
  • C Dincer, M Karaoglan, F Erden, N Tetik. (2019).Efectos de hornear y hervir sobre la nutricióny propiedades antioxidantes de la batata[ Ipomoea batatas (L.) Lam.] Cultivares.
  • Benito, M. Heras, et al. “Niveles de potasio sérico y mortalidad a largo plazo en ancianos con hipertensión arterial.” Hipertensión y riesgo vascular 34.3 (2017): 115-119.
  • Vilcanqui-Pérez, Fulgencio, and Carlos Vílchez-Perales. “Fibra dietaria: nuevas definiciones, propiedades funcionales y beneficios para la salud. Revisión.” Archivos Latinoamericanos de Nutrición 67.2 (2017): 146-156.