Sali minerali: cosa sono e in che alimenti si trovano

· 5 Marzo 2019
Spesso si sente parlare di sali minerali, ma vi siete mai chiesti cosa sono? Vi sveleremo tutto quello che bisogna sapere su di essi e quali cibi li contengono

L’organismo umano funziona in modo praticamente perfetto e segue un sistema basato sull’armonia. Tuttavia, se non se ne prende cura nel modo giusto, possono presentarsi delle alterazioni e, attraverso il dolore o la stanchezza, comunica la presenza di un problema. Il suo perfetto funzionamento dipende anche dalla giusta quantità di sali minerali, di cui vi parleremo in questo articolo.

Avrete sentito parlare di questi elementi essenziali, ma sapete esattamente cosa sono e come agiscono? Oggi vi diremo tutto quello che c’è da sapere sui sali minerali. Inoltre, vi indicheremo quali sono gli alimenti che li contengono maggiormente, in modo da aiutarvi a mantenere un’alimentazione più equilibrata e sana.

Cosa sono i sali minerali?

Secondo l’Istituto superiore di sanità, i sali minerali sono “sostanze inorganiche che svolgono funzioni essenziali per la vita dell’uomo. Partecipano a processi cellulari come la formazione di denti e ossa, sono coinvolti nella regolazione dell’equilibrio idrosalino, nell’attivazione di numerosi cicli metabolici e costituiscono fattori determinanti per la crescita e lo sviluppo di tessuti e organi”.

Negli organismi vivi possono apparire in tre forme: precipitati, ionizzati o associati ad alcune molecole in particolare.

  1. I sali minerali che appaiono precipitati, formano strutture dure che forniscono protezione a coloro che le possiedono. Inoltre, soddisfano funzioni di normalizzazione.
  2. Se sono ionizzati, se vengono sciolti in acqua, mostrano cariche positive o negative. Ciò aiuta, ad esempio, nella gestione delle variazioni di pH.
  3. Infine, se questi sali sono associati ad alcune molecole, svolgono funzioni specifiche che altrimenti non potrebbero supportare.

Leggete anche: Tipi di sale: qual è il più sano?

Qual è l’importanza dei sali minerali?

Cucchiaio con sale

La funzione dei sali minerali si concentra sulla crescita e sulla salute del corpo umano in generale. Il loro scopo principale è rendere possibile la realizzazione di determinati processi chimici e di formare alcune strutture di cui il corpo ha bisogno per poter funzionare con normalità.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), i sali minerali sono responsabili della formazione del tessuto umano, della secrezione di ormoni e servono come regolatori di alcune funzioni organiche.

Tra questi, i più noti sono:

  • Sodio.
  • Calcio.
  • Ferro.
  • Magnesio.
  • Potassio.
  • Fosforo.

I sali minerali, come le vitamine, mancano di calorie. Tuttavia, questo non significa che il loro consumo possa essere eccessivo. Al contrario, la loro proporzione deve essere regolata.

A cosa servono i sali minerali?

A seguire vediamo quali sono le funzioni più importanti di ciascuno di questi sali minerali e come, secondo l’OMS, possono influenzare la salute e l’attività dell’organismo umano:

1. Sodio

Cibi con sali minerali

Il sodio aiuta a mantenere i liquidi nel corpo in equilibrio, dentro e fuori le cellule. Permette la trasmissione e la generazione di impulsi nervosi e la corretta risposta degli stimoli muscolari.

La mancanza di sodio può causare affaticamento.

2. Calcio

Questo sale minerale esercita varie funzioni nell’organismo umano. Contribuisce alla buona salute e al corretto sviluppo e crescita di ossa e e denti. Allo stesso modo, la sua presenza è di grande importanza per favorire la normale coagulazione del sangue.

La mancanza di calcio provoca fragilità di capelli e unghie, perdita di memoria e aumenta i rischi di osteoporosi.

3. Ferro

Verdure con sali minerali

Il ferro rende possibile la formazione di emoglobina, proteina che contiene globuli rossi e che consente il trasporto di ossigeno ai tessuti.

La mancanza di ferro può provocare affaticamento, mal di testa, insonnia, vertigini e pallore.

4. Magnesio

Il magnesio partecipa alle trasmissioni nervose e al rilassamento muscolare, oltre a garantire i livelli di acidità necessari al normale funzionamento del metabolismo.

La mancanza di magnesio provoca irritabilità, sbalzi di umore, crampi, ansia, stanchezza e aritmia cardiaca (nei casi più gravi).

5. Potassio

Alimenti con sali minerali

Il potassio è un sale minerale importantissimo per il corpo, perché svolge funzioni prioritarie per il suo funzionamento. Ad esempio, regola l’acqua all’interno e all’esterno delle cellule, in combinazione con il sodio, ed è quindi essenziale per la corretta crescita dell’organismo umano.

La mancanza di potassio può provocare crampi, stitichezza, debolezza e stanchezza muscolare, secchezza cutanea e sensazione di sete continua.

Scoprite: Gli alimenti più ricchi di potassio da includere nella dieta

6. Fosforo

Il fosforo è uno dei principali responsabili della formazione di ossa e denti. Svolge, quindi, un ruolo vitale, perché determina il modo in cui l’organismo utilizza carboidrati e grassi.

La mancanza di fosforo causa insonnia, nervosismo, stanchezza, calo o aumento di peso corporeo, irregolarità respiratoria, perdita di appetito, ma anche artrite, rachitismo e fragilità ossea, nonché una maggiore incidenza di carie dentali.

Principali alimenti ricchi di sali minerali

  • Calcio: Il calcio si trova soprattutto in prodotti caseari come yogurt, formaggio e latte.
  • Potassio: Il potassio è presente in alcuni frutti. Dal momento che è utile per l’attività muscolare, la banana è di grande aiuto per i crampi. Ma troverete questo sale minerale anche in legumi, carne, pesce e persino nel cioccolato.
  • Ferro: Il ferro viene assorbito dalle interiora degli animali, dai frutti di mare, dal cacao, dai legumi, dai tuorli d’uovo o dai cereali in generale.
  • Magnesio: lo troverete in cereali, noci, legumi, cioccolato e pane integrale.
  • Fosforo: può essere ottenuto da qualsiasi lipide, come carne o pesce.

I sali minerali sono necessari per il corretto funzionamento dell’organismo umano. Come le vitamine, dovrebbero essere ingeriti ogni giorno. Il loro contributo varia a seconda della persona che li assume.

Analizzate la vostra dieta quotidiana e se notate una certa mancanza degli alimenti che vi abbiamo elencato in questo articolo, sarà necessario rivedere l’alimentazione in modo da renderla più completa.

  • James F. SutcliffeDennis A. Baker. Plants and mineral salts. Hodder Arnold, 1979. 
  • Antonio José González Jiménez. Investigación educativa y salud transcultural en contextos multiculturales. Universidad Almería, 2016. 
  • Diego Bellido Guerrero. Manual de nutrición y metabolismo. Ediciones Díaz de Santos, 2006.