Aneurisma aortico: tutto quello che c'è da sapere

L'aneurisma aortico spesso non ha sintomi o presenta manifestazioni tardive. Per fortuna, la medicina moderna e i progressi della genetica hanno aperto una breccia per la diagnosi precoce di questa malattia.
Aneurisma aortico: tutto quello che c'è da sapere
Leonardo Biolatto

Scritto e verificato da il dottore Leonardo Biolatto.

Ultimo aggiornamento: 13 dicembre, 2022

Un aneurisma aortico è, in termini generali, un’anomalia dell’arteria che in alcuni casi può portare alla morte. Succede quando c’è un allargamento anormale del vaso sanguigno, che implica una crescita del suo diametro del 40% o più.

Uno degli aspetti complessi dell’aneurisma aortico è che di solito è a crescita lenta e senza alcun sintomo, quindi non è facile da rilevare precocemente. Molte volte la sua esistenza è nota solo casualmente, quando il paziente si consulta per un altro motivo.

Non esiste un modo specifico per prevenire questa anomalia, ma uno stile di vita sano, con una dieta mediterranea e senza tabacco, è solitamente un buon modo per impedirne la comparsa o la crescita. Il rischio maggiore di aneurisma aortico è che si rompa, poiché può essere fatale.

Cos’è un aneurisma aortico?

Un aneurisma aortico è una dilatazione situata in un punto definito dell’arteria aortica, che nasce e permane nel tempo. In generale, appare dopo che si è verificato un assottigliamento e un indebolimento del vaso sanguigno.

Questa anomalia può comparire in qualsiasi area dell’arteria, ma la più comune è che si verifica nell’aorta addominale. Questa condizione è più comune negli uomini di età superiore ai 60 anni, che di solito hanno una storia familiare di aneurisma, fumo e hanno fattori di rischio per malattie cardiache.

L’aneurisma indebolisce molto l’arteria, al punto che si rompe. In questo caso, diventa un’emergenza pericolosa per la vita. Solo il 20% dei pazienti sopravvive a un evento del genere.

aorta e aneurisma
L’aneurisma aortico comporta il rischio di rottura e in questo caso la mortalità è del 20%

Tipi di aneurisma e sintomi

Esistono tre tipi di aneurisma aortico: addominale, toracico e dissecante. L’aneurisma addominale si trova nell’aorta dell’addome e di solito misura più di tre pollici. È il più soggetto a rotture. L’aneurisma toracico attraversa il torace e compare nella parte dell’arteria che lascia il cuore.

L’aneurisma dissecante (o dissezione aortica) è una modalità clinica in cui l’aorta si strappa all’interno, ma rimane intatta all’esterno. Quando il sangue entra nella lacrima, solleva lo strato intermedio dell’arteria, creando un nuovo canale nella parete dell’arteria.

I sintomi variano e sono i seguenti:

  • Addominale: si avverte una massa nell’addome che sembra pulsare. Successivamente provoca un dolore intenso, principalmente alla schiena, che si attenua quando si cambia posizione.
  • Toracico: genera dolore intenso nella parte alta della schiena, tosse e respiro sibilante. A volte provoca anche dolore alle braccia o al petto, motivo per cui può essere scambiato per un infarto. In rare occasioni, si verifica senza sintomi.
  • Dissezione: la più comune è che si manifesta con mal di schiena improvviso e intenso, nella zona tra le scapole.

Cause dell’aneurisma aortico

Le indagini attualmente disponibili consentono di supporre che l’aneurisma aortico comporti una componente genetica. Uno studio di associazione genomica su larga scala (GWAS), condotto da scienziati del Cardiovascular Research Network (RECAVA) nel 2010, ha scoperto che un’anomalia nel gene DAB2IP è presente fino al 40% delle persone con questa patologia.

Allo stesso modo, la ricerca preliminare, presentata alla Vascular Discovery From Genes to Medicine Scientific Sessions 2020, ha indicato che ci sono almeno 29 mutazioni che possono aumentare il rischio di sviluppare un aneurisma dell’aorta addominale.

È anche noto che malattie come l’aterosclerosi indeboliscono la parete aortica e diventano un importante fattore di rischio per lo sviluppo di aneurisma. Allo stesso modo, le malattie infiammatorie dell’aorta, così come l’ipertensione, il colesterolo alto e l’uso di tabacco aumentano il rischio.

L’aterosclerosi è un importante fattore di rischio nella generazione di aneurismi.

Diagnosi e trattamento

Il dolore è solitamente il primo segno di questo problema, o perché si manifesta spontaneamente o perché si attiva durante un esame clinico. La diagnosi è confermata con radiografia o ecografia dell’addome.

La medicina di precisione, esaminando la mappa genetica degli individui, sarà in grado di prevedere con largo anticipo il rischio di soffrire di questa patologia. Questo progresso renderà la diagnosi molto prima, migliorando così la prognosi della malattia.

Il trattamento per l’aneurisma aortico è chirurgico quando la sua dimensione supera i 5 centimetri se è addominale, o 7 centimetri se è toracico. Nel caso di dissezione dell’aneurisma, viene prima trattato con farmaci e la chirurgia viene utilizzata solo come ultima opzione. In tutti i casi, l’intervento comporta rischi significativi.

Potrebbe interessarti ...
Aneurisma dell’aorta addominale: sintomi e trattamento
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Aneurisma dell’aorta addominale: sintomi e trattamento

L'aneurisma dell'aorta addominale è una dilatazione anomala e persistente di questa arteria. È una condizione che può colpire chiunque.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.