Il pH delle urine, che cos'è?

Il pH delle urine riflette l'attività metabolica del corpo. La sua misurazione consente la diagnosi e il monitoraggio di diversi disturbi.
Il pH delle urine, che cos'è?
Karina Valeria Atchian

Scritto e verificato da la dottoressa Karina Valeria Atchian.

Ultimo aggiornamento: 16 settembre, 2022

Il campione di urina serve ai medici come metodo sentinella per valutare la salute dei reni e di altre aree del corpo. Tra gli altri parametri che vengono studiati c’è il potenziale di idrogeno o pH delle urine.

Fin dall’antica Grecia, l’urina è stata utilizzata come metodo diagnostico. Sono stati valutati il colore, l’odore, il volume, la viscosità e persino la dolcezza. Dall’invenzione del microscopio nel 17° secolo, il sedimento urinario iniziò ad essere studiato e fu incorporato come metodo di studio di routine per i controlli medici.

Attualmente, il test delle urine è diventato uno studio accessibile, poco costoso, non invasivo e di facile raccolta che consente di guidare la diagnosi differenziale di varie condizioni. Tra i parametri che vengono studiati nel campione urinario c’è il pH dell’urina.

Le normali funzioni renali sono mantenute da molteplici processi cellulari. Se una di queste funzioni è compromessa, la salute può essere minacciata. Inizieremo con alcuni concetti generali per comprendere il concetto che ci riguarda.

A cosa serve l’analisi delle urine?

Come abbiamo detto, l’analisi delle urine è un metodo di studio non invasivo che svolge una moltitudine di funzioni nella rilevazione e monitoraggio di diverse patologie:

  • Monitoraggio dell’evoluzione di una malattia renale nota.
  • Diagnosi di malattia renale acuta o cronica in pazienti con altri sintomi sospetti.
  • Riscontro di patologia renale in un paziente senza sintomi apparenti.
  • Marcatore generale della malattia.
Analisi delle urine

Quali parametri urinari vengono studiati?

In un’analisi delle urine si possono studiare vari parametri, tra i quali i seguenti:

  • Tasso di filtrazione glomerulare: misura principale della funzionalità renale.
  • Sedimento urinario: eritrociti, leucociti, calchi e cristalli nelle urine.
  • Proteinuria: eliminazione anormale delle proteine nelle urine.
  • pH urinario.
  • Volume urinario alterato: oliguria, anuria, poliuria.
  • Presenza di glucosio nelle urine.
  • Anomalie elettrolitiche: sodio, cloruro, potassio, calcio.

Cos’è il pH delle urine?

Questo concetto si riferisce alla concentrazione di ioni idrogeno nelle urine e riflette il suo grado di acidità. Il suo valore normale è compreso tra 4,5 e 8. È strettamente correlato al pH del sangue.

Il complesso meccanismo corporeo che regola il pH del sangue è costituito da tre meccanismi che agiscono contemporaneamente:

  • I reni.
  • Polmoni.
  • Un sistema tampone chimico.

Il modo in cui i reni contribuiscono all’equilibrio del pH nel sangue avviene attraverso l’eliminazione nelle urine, o la ritenzione, di sostanze acide o alcaline, a seconda delle esigenze dell’organismo. Lo scopo è sempre quello di mantenere il pH del sangue a valori sani, intorno a 7,4.

Il pH urinario può essere classificato in tre gradi:

  • pH urinario acido quando il valore è basso: inferiore a 5,5.
  • pH urinario alcalino quando è alto: maggiore di 7.
  • Se il pH è 7, si dice neutro.

Qualora si riscontri un pH urinario alterato, devono essere presi in considerazione il pH sanguigno e la storia clinica del paziente, nonché la loro funzionalità renale, la presenza o meno di infezioni delle vie urinarie, l’apporto della dieta consumata, ecc.

Il colore dell'urina e il suo significato

Vedi anche: Cause e trattamento dell’acidosi metabolica

Cause di urina acida

C’è una lunga lista di cause che generano urina acida. Tra questi ci sono i seguenti:

  • Broncopneumopatia cronica ostruttiva o enfisema.
  • diabete mellito.
  • Fame.
  • Disidratazione.
  • Diarrea.
  • Presenza di batteri produttori di acido, come Escherichia coli.
  • Dieta ricca di proteine.
  • Succo di mirtillo.
  • Farmaci.

Cause di urina alcalina

D’altra parte, le possibili cause dell’urina alcalina sono le seguenti:

  • iperventilazione
  • vomito.
  • Acidosi tubulare renale.
  • Presenza di batteri produttori di ureasi.
  • Dieta vegetariana.
  • vecchi campioni.

Qual è il campione di urina ideale?

La prima urina del mattino è il campione ideale per un esame delle urine. Di solito è un campione concentrato che garantisce la rilevazione di sostanze ed elementi chimici che potrebbero non essere rilevati in un campione casuale.

Dopo il ritiro, deve essere consegnato tempestivamente per l’analisi in laboratorio. Se la consegna non è immediata, deve essere refrigerata tra 2 e 8 °C per prevenire la crescita batterica e il metabolismo del campione. Inoltre, il pH può essere alterato e dare un valore impreciso.

Importanza della misurazione del pH delle urine

Lo studio dei campioni di urina è a basso costo e di facile ottenimento. Permette di valutare molte delle funzioni metaboliche dell’organismo. Ad esempio, è noto che sia un pH urinario basso che un pH urinario elevato possono favorire la formazione di calcoli renali di diverso tipo.

Insieme al resto dei parametri urinari, il pH è un elemento importante quando si effettuano varie diagnosi e follow-up.

Potrebbe interessarti ...
Quali farmaci cambiano il colore delle urine?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Quali farmaci cambiano il colore delle urine?

Il colore delle urine può cambiare quando si inizia il trattamento con alcuni medicinali. Spieghiamo i casi più frequenti.