Pancia gonfia dopo gli eccessi: 5 rimedi

· 18 febbraio 2018
Se vogliamo prevenire o se vogliamo sgonfiare la pancia, così come ridurre la pesantezza tipica dei pasti abbondanti, gli infusi naturali possono essere fra i nostri più grandi alleati

La pancia gonfia è una delle principali conseguenze degli eccessi. È il risultato della cattiva combinazione degli alimenti o di piatti troppo abbondanti. È caratterizzata da una fastidiosa sensazione di pesantezza e pienezza, accompagnata da meteorismo, dolore e un notevole gonfiore.

Può presentarsi subito dopo aver mangiato anche se, spesso, si manifesta qualche ora dopo. Anche se di solito non è un problema grave e passa da solo, la cosa migliore da fare è effettuare un trattamento per frenarne i sintomi e porvi rimedio.

Dato che la pancia gonfia è comune a molti dopo gli eccessi, a seguire vogliamo condividere con voi 5 rimedi naturali per contrastarla. Prendete nota!

Pancia gonfia: 5 rimedi

1. Acqua tiepida con limone e bicarbonato

Bicarbonato di sodio e limone

Questo rimedio alcalino contribuisce a neutralizzare l’eccesso di acidi nello stomaco ed elimina i gas trattenuti nell’apparato digerente.

È  ideale per ridurre l’infiammazione addominale dopo aver ingerito pasti irritanti e previene anche altri disturbi tipici dell’indigestione.

Ingredienti

  • 1 bicchiere d’acqua tiepida (200 ml)
  • Il succo di ½ limone
  • ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio (2 g)

Preparazione

  • Mescolate acqua tiepida e limone e poi aggiungete mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio.
  • Mischiate gli ingredienti e aspettate che svanisca l’effetto effervescente.

Modalità di consumo

Consumate la bevanda 30 minuti dopo aver mangiato o quando vi sentite gonfi.

Attenzione: Non dovete ingerire questo rimedio in eccesso poiché può sovra-alcalinizzare il corpo.

 Leggete anche: 5 esfolianti con bicarbonato per una pelle invidiabile

2. Infuso di cannella

Le proprietà digestive della cannella evitano il gonfiore addominale e prevengono il mal di stomaco e i bruciori dopo aver mangiato.

Questa spezia prodigiosa conta su effetti antispasmodici, antinfiammatori e antiossidanti che, insieme, riducono i disturbi gastrointestinali che tendono a verificarsi soprattutto durante le festività.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di cannella in polvere (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di miele (25 g)

Preparazione

  • Aggiungete un cucchiaino di cannella in polvere in un bicchiere d’acqua calda.
  • Coprite la bevanda, lasciatela riposare per 10 minuti e, prima di ingerirla, addolcitela con del miele.

Modalità di consumo

  • Prendete l’infuso quando avvertiti dei disturbi allo stomaco o in caso di pancia gonfia.

Attenzione: Non consumate troppa cannella, perché può essere irritante per la mucosa gastrica. Evitatela in caso di ulcere.

3. Bevanda di anice, erba Luisa e melissa

Infuso di erba Luisa

Mescolando le proprietà di queste erbe digestive, possiamo ottenere un rimedio potente contro le digestioni pesanti che infiammano la pancia.

Le loro componenti evitano la formazione di gas nell’intestino e diminuiscono la sensazione di pesantezza e dolore.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di semi di anice (5 g)
  • 1 cucchiaino di erba Luisa (5 g)
  • 1 cucchiaino di melissa (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Immergete le piante in un bicchiere di acqua bollente e coprite la bevanda.
  • Lasciatela riposare 15 minuti e filtrate.

Modalità di consumo

  • Ingerite l’infuso 2 volte al giorno, fino a ridurre l’infiammazione.
  • Prendetela preferibilmente dopo aver fatto pasti abbondanti.

Visitate questo articolo: Tonificare l’addome con 5 esercizi

4. Infuso di semi di finocchio

I semi di finocchio risaltano nella medicina naturale per le loro proprietà lenitive, antinfiammatorie e analgesiche, ideali per ridurre l’indigestione provocata dai pasti pesanti.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di semi di finocchio (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete un cucchiaino di semi di finocchio in un bicchiere d’acqua bollente.
  • Coprite la bevanda e lasciatela riposare 10 minuti.

Modalità di consumo

  • Prendete l’infuso 30 minuti dopo avere mangiato.
  • Se l’infiammazione persiste, consumatelo 3 volte al giorno.

5. Bevanda di zenzero, limone e miele

Limone e zenzero

Il rimedio tradizionale per l’indigestione è lo zenzero. Questa spezia antinfiammatoria e analgesica riduce il gonfiore addominale e previene disturbi come meteorismo e nausea.

I suoi componenti antiossidanti aiutano a disintossicare l’organismo e, fra le altre cose, contribuiscono a minimizzare i sintomi dei postumi dei pasti molto pesanti.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di zenzero grattugiato (5 g)
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)
  • Il succo di ½ limone
  • 1 cucchiaio di miele (25 g)

Preparazione

  • Aggiungete un cucchiaino di zenzero grattugiato in un bicchiere d’acqua e mettetelo a bollire.
  • Una volta raggiunta l’ebollizione, abbassate il fuoco e lasciate cuocere altri due minuti.
  • Spegnetelo, lasciate riposare per 10 minuti la bevanda e poi filtratela.
  • Aggiungete il succo di mezzo limone e addolcite l’infuso con un cucchiaio di miele.

Modalità di consumo

  • Ingerite l’infuso 30 minuti dopo aver mangiato o quando avvertite qualche sintomo di indigestione.
  • Prendetelo 2 volte al giorno finché non provate sollievo.

Sentite di avere l’addome infiammato dopo un periodo di eccessi? Scegliete uno dei rimedi menzionati e combattete questo fastidioso sintomo.

Guarda anche