Abitudini che ci fanno ammalare

20 gennaio 2017
Ci sono determinate abitudini di cui è meglio disfarsi per non mettere a rischio la propria salute, anche se crediamo siano sane o le abbiamo adottate per tutta la vita

Sappiamo che prenderemo freddo uscendo di casa poco coperti in inverno, così come sappiamo che mangiare troppo causa indigestione.

Tuttavia, ci sono molte altre abitudini che ci fanno ammalare e che, senza saperlo, ripetiamo ogni giorno. Ve ne parliamo in questo articolo affinché le evitiate (o quanto meno conosciate i motivi di certe malattie).

Cosa facciamo per ammalarci?

Di certo nessuno vuole ammalarsi, presentare sintomi che debilitano il corpo e avvertire dolori. Tuttavia, ignorare le conseguenze di certe abitudini ci porta a soffrire di alcuni disturbi o a dover assumere antibiotici.

Tra le abitudini che nuocciono alla salute troviamo:

Stendere la biancheria dentro casa

abitudini che fanno ammalare

Quando piove e laviamo la biancheria, di solito la stendiamo in casa vicino ad un termosifone o in bagno; ma non solo, magari in cucina, accanto al forno, o in salotto in modo da poter aprire la finestra e far arieggiare.

Tuttavia, lasciare gli indumenti umidi in casa crea un ambiente favorevole alla comparsa di malattie. Questo si deve al fatto che le spore di muffa e gli acari della polvere si riproducono molto più velocemente in ambienti di questo tipo.

Saltare la colazione

Alcuni lo fanno per mancanza di tempo, altri per abitudine… quel che è certo è che molte persone non fanno colazione prima di uscire da casa ed è un errore.

Per prima cosa, perché l’organismo ha bisogno di energia per affrontare la giornata; secondariamente, perché non mangiando di prima mattina, lo stomaco richiederà più nutrienti durante le ore successive.

Di conseguenza, si pranza copiosamente e si spizzica di continuo. Questo implica un aumento di peso e la comparsa di malattie relazionate a questa condizione, come colesterolo, ipertensione, etc.

Vi consigliamo di leggere: 6 errori che commettiamo a colazione

Mentire al medico

Non importa di quale problema si tratta, spesso diciamo qualche piccola bugia durante le visite mediche. Se questo succede, il medico non potrà aiutarci a trattare in modo corretto la nostra patologia.

Ciò lo porterà anche a formulare una diagnosi errata e a prescrivere un’erronea somministrazione dei farmaci. Tutto ciò potrebbe peggiorare il quadro e, persino, mettere a rischio la nostra vita.

Usare scarpe scomode

donna-scarpe-con-il-tacco

Le donne spesso preferiscono vedersi più belle con tacchi altissimi piuttosto che prendersi cura dei propri piedi, così come ci sono uomini che indossano le ultime scarpe alla moda, le quali, però, favoriscono la micosi.

Le scarpe devono sempre essere comode, al di là delle mode o della pubblicità. In caso contrario, si presentano diversi problemi: calli, piede d’atleta, desquamazione, cattivo odore, gonfiore e persino storte.

Lavarsi i denti subito dopo aver mangiato

È vero che l’igiene orale è fondamentale, ma il problema risiede nel momento in cui la realizziamo.

Se laviamo i denti subito dopo aver pranzato o cenato, non permetteremo alla saliva di neutralizzi bene il pH e lo smalto dei denti verrà danneggiato dagli acidi degli alimenti.  

Aspettate almeno 30 minuti prima di lavarvi i denti (nel frattempo potete bere dell’acqua).

Mangiare prima di andare a letto

Mangiare l’ultimo boccone ed essere già con il pigiama sotto le coperte non è una buona idea. I motivi? Molti.

Per prima cosa, perché favorisce l’indigestione; secondariamente, non riuscirete a prendere sonno; infine, è probabile aumentare di peso perché il processo di digestione è più lento quando si dorme.

Inoltre, non fa bene cenare in abbondanza, soprattutto se vogliamo evitare l’insonnia e le sue conseguenze nefaste per il nostro organismo.

Mangiare senza avere fame

Un’altra cattiva abitudine relazionata con l’alimentazione riguarda il fatto di mangiare quando si è annoiati, tristi o ansiosi.

Senza rendercene conto, possiamo ingerire grandi quantità di cibo, mischiare ingredienti e finire per avere una forte indigestione. Mangiare per nervosismo, depressione o stress non solo provoca un aumento di peso, ma anche problemi di stomaco di diversa natura.

Lavorare o studiare tutta la notte

uomo-al-pc-di-notte

Sebbene siano molte le persone che affermano di rendere di più di notte, forse non sanno che in questo momento della giornata l’organismo rallenta il suo metabolismo.

Per di più, dormire di giorno non ci permetterà di recuperare totalmente le forze dopo una notte insonne. Lavorare di notte è sinonimo di alterazioni dell’orologio biologico e questo può causare stress, irritabilità e persino eccesso di peso.

Conservare le patate in frigorifero

Questo ortaggio popolare in molte case nasconde un segreto che merita di essere svelato. L’amido contenuto nelle patate diventa zucchero se esposto alle basse temperature.

Il problema è che, una volta cotte, esso diventa cancerogeno. 

Ad esempio, alcuni studi hanno rivelato che le patate precedentemente tenute in frigorifero e poi fritte formano una sostanza relazionata con il cancro.

Mangiarsi le unghie

Quest’abitudine è nociva non solo per la bellezza delle mani (dato che deforma le dita, per esempio), ma anche per la salute dei denti.

Lo smalto dei denti, infatti, si consuma sfregandosi contro le unghie. Come se non bastasse, possiamo contrarre qualsiasi tipo di malattia, poiché le dita sporche entrano in contatto con la mucosa del cavo orale.

Aprire le finestre di mattina

aprire-la-finestra

Di certo vostra made o vostra nonna vi avranno detto qualche volta quanto sia importante far arieggiare la casa appena svegli, soprattutto se è tornato il sole dopo numerosi giorni di pioggia.

Questo consiglio andava bene in passato o per chi non vive in città. Anche se crediamo che l’aria che entra sia fresca, in realtà, è altamente inquinata e può farci ammalare.

Riscaldare il cibo in recipienti di plastica

È molto comune portarsi il pranzo in ufficio per risparmiare. I contenitori di plastica utilizzati per il trasporto fungono spesso anche da piatto e pentolino. Per questo motivo, li inseriamo direttamente nel microonde per riscaldare il cibo.

A parte il fatto che l’uso di questo elettrodomestico può essere nocivo per la nostra salute, la situazione si complica quando vi introduciamo un portavivande: la plastica con cui è fatto contiene Bisfenolo A, un composto chimico che, ad elevate temperature, diventa tossico e passa inevitabilmente al cibo.

Guarda anche