Cisti renali: quali sono i sintomi?

25 dicembre 2014
Anche se solitamente non sono gravi, bisogna controllare le cisti ai reni per verificarne la natura e assicurarci che non diano origine a problemi più gravi.

Di sicuro avete sentito parlare più di una volta delle cisti renali. Si tratta, infatti, di un fenomeno molto comune tra la popolazione che non implica un’eccessiva gravità. Tuttavia, vale comunque la pena sapere un po’ come si formano e quali possibili sintomi accompagnano la loro comparsa. Ve lo spieghiamo.

Che cosa sono le cisti renali semplici?

cisti renali

Tutti conosciamo le importanti funzioni svolte dai reni: filtrano il sangue, puliscono l’organismo, controllano il sale nel corpo e dividono le sostanze di scarto eliminandole attraverso l’urina. Sono due organi essenziali per vivere, per questo è fondamentale sapere quali possibili malattie sono ad essi associate.

Passiamo però al tema centrale. Che cosa è realmente una cisti renale. Bene, una cisti è una borsa o una sacca chiusa piena di aria o liquido. Normalmente sono piene di un liquido acquoso, sono come piccole protuberanze che sporgono dalla superficie dello stesso rene o dei nefroni. Di solito sono piccole come lenticchie, ma possono anche essere grandi quanto una mela. Crescono a poco a poco e quello che c’è all’interno non è né pus né sangue, ma solo un liquido innocuo.

Di solito chi soffre di cisti renali semplici?

medico

Innanzitutto dobbiamo sottolineare la non eccessiva gravità del problema. Le cisti renali non sono sinonimo di cancro né di una complicazione che possa intaccare la qualità di vita. Le cisti renali semplici sono molto comuni man mano che si invecchia. Per tale ragione è assai normale che inizino a comparire a partire dai cinquanta anni. Prima di questa età se ne può avere qualcuna, ma quando si hanno già cinquantacinque o sessant’anni possono comparire molto di più. Ripetiamo che solitamente sono innocue.

Che cosa origina le cisti renali?

reni

È normale che vadano comparendo con gli anni poiché i nefroni (la parte dei reni incaricata di filtrare il sangue) diventano più grandi e si riempiono di liquido. In verità gli scienziati non sanno bene perché accada, ma solo che succede con il passare degli anni. Sono una sorta di piccola lesione che provoca l’accumulo di liquido fino a originare protuberanze più o meno grandi. Vogliamo sottolineare anche che le cisti renali non sono ereditarie.

È grave avere una cisti renale?

palpazione reni

In generale no, non sono gravi. Sono associate all’età e si formano molto di frequente. È per questo che vengono chiamate “cisti renali semplici”, e di solito non sfociano in tumori cancerogeni. Sono quasi sempre inoffensive. Ora passiamo a identificarle e a controllarle. Se le pareti sono spesse e irregolari, allora potrebbero essere collegate a un tipo di cancro, ma il 70% delle cisti sono di norma benigne e nulla di grave.

Quali sono i sintomi di una cisti renale?

dolori muscolari

Normalmente le cisti semplici renali non causano sintomi. La maggior parte delle persone, dunque, non sa di avere una o addirittura più cisti renali dato che non presentano sintomi. Se vengono scoperte, è spesso in modo casuale con i raggi x o con una TAC. Tuttavia, se queste cisti proliferano allora inizia a diventare un problema grave da prendere in considerazione, e quindi vi elenchiamo di seguito una serie di sintomi che bisogna saper identificare per poi rivolgersi al medico:

  • dolore addominale, alle costole, ai fianchi, allo stomaco o alla schiena
  • febbre lieve
  • stimolo a urinare di frequente e tracce di sangue nell’urina
  • pressione alta

Come si trattano le cisti renali semplici?

dottore

Dato che in generale le cisti renali non sono gravi, di solito non vengono trattate. Tuttavia, se una cisti esercita molta pressione sul rene finirà per ostacolarne le funzioni e, quindi, non rimarrà altra opzione che intervenire. Come si interviene? Si può fare in due modi, a seconda di dove si trova e di quanto è grande la cisti in questione:

  • Aspirazione o escleroterapia. Mediante iniezione si elimina il liquido della cisti.
  • Chirurgia. In generale si realizza mediante laparoscopia, usando strumenti sottili che vengono inseriti nell’addome attraverso piccoli fori. Durante l’operazione chirurgica il medico drena la cisti e poi la taglia o la brucia. Il tutto viene portato a termine velocemente e bisogna trattenersi in ospedale solo per pochi giorni.

Si possono prevenire le cisti renali?

Bicarbonato

In generale si formano con l’età, ma un modo di base per mantenere sempre in buono stato i reni è avere una buona qualità di vita. Già sapete come:

  • evitate di fumare e di bere bevande alcoliche
  • bevete due litri d’acqua al giorno
  • evitate il sale, la farina raffinata, lo zucchero e le bibite gassate
  • mangiate frutta e verdura fresca, evitando la carne rossa
  • bevete succhi di frutta naturali
  • bevete un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di bicarbonato di sodio dopo cena per dieci giorni al mese
Guarda anche