Dieta lipofidica: cos’è e come seguirla

26 Marzo 2021
Anche se i risultati possono essere impressionanti, è fondamentale seguire la dieta lipofidica sotto la supervisione di un medico, in questo modo eviteremo complicazioni.

In seguito all’enorme richiesta di opzioni per perdere peso, si sente parlare ogni giorno di una nuova dieta dimagrante. Oggi vi parleremo di una di esse: la dieta lipofidica.

Promette di far perdere dai 20 ai 30 kg in quattro mesi. Si tratta di una dieta estrema, che non bisogna seguire per lunghi periodi. La dieta lipofidica elimina totalmente il consumo di alcuni alimenti, vediamo insieme quali.

Cos’è la dieta lipofidica?

La dieta lipofidica è un programma di alimentazione che si basa sul consumo di alimenti naturali, evitando qualsiasi alimento processato. Sono incluse frutta e verdura in piccole porzioni.

Sono invece totalmente esclusi i cibi in scatola, che siano essi naturali o processati. Inoltre, vengono limitate preparazioni che includono grassi, sale o dolcificanti.

Qual è l’obiettivo della dieta lipofidica?

L’obiettivo principale di questa dieta è quello di evitare gli alimenti processati. È infatti noto a tutti che la maggior parte di questi alimenti provoca problemi di salute, secondo uno studio pubblicato sulla rivista BMC Public Health. Ad esempio, possono danneggiare vari organi interni se consumati in una certa quantità.

Riducendo il consumo di cibi processati, si cerca quindi di prevenire gli effetti negativi di questi prodotti sull’organismo. Tuttavia, bisogna ricordare che alcune malattie che non sono reversibili, ovvero richiedono cure per tutta la vita. Non trascurate eventuali trattamenti se iniziate questa dieta.

Leggete anche: Ridurre i carboidrati anziché i grassi per perdere peso

Come seguire la dieta lipofidica

Alimenti che alterano il metabolismo

La dieta lipofidica consiste in due fasi. Vediamole qui di seguito.

Fase 1

In questa prima fase, l’obiettivo è quello di adattarsi al nuovo stile di vita. Questa fase dura quattro mesi e, in genere, è la più complicata e rigida. In questo periodo dovrete abituarvi ai nuovi metodi di cottura e preparazione degli alimenti e potreste soffrire la fame se non pesate bene le porzioni.

Inoltre, gli orari dei pasti sono molto rigidi e non sono ammessi cambiamenti. Si consiglia di mangiare ogni 120 minuti per accelerare il metabolismo e favorire lo scioglimento dei grassi.

Fase 2

È la fase di mantenimento. Si cerca di mantenere i risultati ottenuti nel periodo precedente. In teoria, dovrebbe durare altri 4 mesi, ma alcune persone decidono di allungare tale periodo.

Prima di prendere questa decisione, parlatene con il medico e sottoponetevi alle analisi necessarie per capire se è una buona idea proseguire con la dieta oppure no.

Scoprite: 6 errori della dieta che fanno ingrassare

Alimenti da evitare

Come potete immaginare, la lista di alimenti da eliminare nella dieta lipofidica è lunga.

Bisogna evitare tutto quello che non si trova in natura e che non potete mangiare nella sua forma naturale. Tuttavia, esistono anche alimenti naturali che vanno evitati. Insomma, un menù complicato!

  • I prodotti più ovvi da evitare includono alcol, zucchero e aceto. Tuttavia, bisogna eliminare anche alcune proteine come il salmone o gli insaccati.
  • Bisogna escludere la frutta dall’alto contenuto di zuccheri. Ad esempio, non si possono mangiare banane, melone, fichi e ananas. Per quanto riguarda le verdure, cancellate dalla vostra spesa cetriolo, melanzana, cavolfiore e carota.
  • Inutile dirlo: biscotti, pane e pasta restano fuori dal menù.

Alimenti consentiti

Insalata di indivia.

Come avete potuto osservare, la lista degli alimenti da evitare è molto lunga. Ma è altrettanto lunga quella degli alimenti consentiti. Potrete mangiare carne rossa, pesce e carni bianche magre, evitando di aggiungere qualsiasi tipo di grassi alla cottura. Potete cucinare al vapore, al forno o preparare delle zuppe.

Altre proteine ammesse sono albumi, latte scremato senza lattosio e yogurt scremato.

Per quanto riguarda le verdure, potete mangiare qualsiasi verdura a foglie verdi, come lattuga, sedano o coriandolo. Questo è il gruppo di alimenti più vario e salutare, grazie al suo apporto di fibre vegetali.

Per quanto riguarda la frutta, potete mangiarne a volontà, purché non rientri nella lista degli alimenti vietati. Tenete solo in considerazione che un eccesso di frutta può alterare i livelli di glucosio nel sangue, anche quella con meno zuccheri.

Dieta lipofidica è poco raccomandabile

Nonostante prometta una certa perdita di peso in un arco di tempo limitato, seguire questo tipo di dieta può comportare conseguenze negative per la vostra salute. Ridurre il consumo di cibi processati è positivo.

Tuttavia, limitare il consumo di grassi comporta deficit di vitamine liposolubili, come la vitamina D. Un basso apporto di questi nutrienti è associato a un rischio maggiore di malattie gravi.

La scelta più saggia per pianificare una perdita di peso è seguire una dieta variegata. Esistono delle strategie efficaci e sicure, come il digiuno intermittente. 

In generale, quando si parla di salute, eliminare completamente determinati gruppi di alimenti non è una buona idea.

  • Kearns CE., Schmidt LA., Glantz SA., Sugar industry and coronary heart disease research. JAMA Intern Med, 2017.
  • Zhao Y., Wang L., Xue H., Wang H., Wang Y., Fast food consumption and its associations with obesity and hypertension among children: results from the baseline data of the childhood obesity study in china mega cities. BMC Public Health, 2017.