Livelli di acido urico: 5 rimedi naturali per abbassarlo

2 Novembre 2020
Per scoprire se abbiamo elevati livelli di acido urico è indispensabile rivolgersi al medico, che eseguirà una valutazione e farà una diagnosi. Quindi, sarà indispensabile seguire delle linee guida.

Quando a un paziente viene comunicato che i suoi livelli di acido urico sono elevati, questo significa che dovrà migliorare determinati abitudini di vita quanto prima e iniziare un trattamento farmacologico.

Un’elevata concentrazione dei livelli di acido urico nell’organismo, condizione nota come iperuricemia, può causare reazioni infiammatorie e problemi di salute che abbassano la qualità della vita.

Infatti, questa sostanza deriva dalla scomposizione delle purine che introduciamo attraverso il cibo; viene immessa nel circolo sanguigno e successivamente inviata ai reni per essere eliminata.

Il problema è dato da un suo accumulo eccessivo, dovuto o a una difficoltà del nostro corpo a smaltirlo oppure a grosse quantità di acido urico da dover elaborare.

Di conseguenza, possono insorgere disturbi a carico delle articolazioni, oltre a pietre renali, gotta o altri disturbi che tendono a peggiorare in assenza di un monitoraggio tempestivo.

Rimedi casalinghi per abbassare i livelli di acido urico

Sebbene non esistano studi scientifici a supporto dell’efficacia o della sicurezza di questi rimedi casalinghi, alcuni sostengono che in alcuni casi potrebbero contribuire a una riduzione dei livelli acido urico.

Tuttavia, prima di farne uso, sarebbe opportuno rivolgersi al medico. Così riusciremo a prevenire rimedi che causano interazione con i farmaci e con gli alimenti di consumo abituale.

Nel caso in cui il medico autorizzi l’uso di uno di questi rimedi, è importante impiegarli con moderazione, e sempre nel quadro di uno stile di vita sano. D’altra parte, si consiglia di evitare l’applicazione di più rimedi allo stesso tempo, visto che potrebbe essere controproducente.

1. Acqua tiepida con aceto di mele

Aceto-di-mele

È opinione diffusa che 

 

li acidi organici presenti nell’aceto di mele, in particolare l’acido malico, potrebbero contribuire alla scomposizione dell’acido urico e quindi a prevenire la formazione di cristalli e lo sviluppo di condizioni infiammatorie.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di aceto di mele (20 ml)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Preparazione

  • Diluite l’aceto di mele in una tazza di acqua tiepida.
  • Ingerite questa bevanda una volta a settimana (o per il periodo di tempo indicato dal medico)

2. Infuso di ortica

L’infuso di ortica ha un effetto diuretico che, a quanto sembra, potrebbe contribuire ad abbassare i livelli di acido urico. Inoltre, questa bevanda sembra utili al benessere dell’apparato urinario e, in particolare, dei reni.

Inoltre, questa bevanda sembra stimolare la funzione renale, visto che ne stimola il funzionamento.

Ingredienti

  • 1 tazza di acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di foglie di ortica (10 g)

Preparazione

  • Mettete a scaldare una tazza d’acqua e, quando bolle, aggiungete le foglie di ortica.
  • Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti.
  • Potete bere.

3. Infuso di equiseto

Infuso di equiseto

 

Proprio per i suoi effetti diuretici e per le sue proprietà antinfiammatorie, si consiglia anche il consumo dell’infuso di equiseto. A quanto sembra, stimola la diuresi, aiutando quindi a espellere le sostanze di scarto attraverso l’urina e favorendo, quindi, l’abbassamento dei livelli di acido urico.

Ingredienti

  • 1 tazza di acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di equiseto (10 g)

Preparazione

  • Portate ad ebollizione l’acqua e aggiungete l’equiseto.
  • Lasciate riposare la bevanda per 10 minuti, infine passatela al colino.
  • Bevetene una tazza.

4. Infuso di salice

Si ipotizza che l’infuso di salice aiuti a scomporre le purine, aiutando, quindi, ad abbassare i livelli di acido urico elevati.  Inoltre, le sue proprietà antinfiammatorie sembrano contribuire ad avere sollievo da altri sintomi. 

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di corteccia di salice (5 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Preparazione

  • Versate un cucchiaino di corteccia di salice in una tazza di acqua bollente.
  • Lasciate in infusione per 10 minuti.
  • Filtrate la tisana e consumatela.

Leggete anche: “Olio medicinale al peperoncino di Cayenna per i dolori articolari”

5. Tisana alla cipolla

acqua e cipolle rosse

Senza dubbio, per qualcuno il sapore di questa tisana non sarà dei migliori, ma sembra che il tè di cipolla sia in grado di controllare l’iperuricemia. Infatti, i suoi antiossidanti e gli acidi  aiutano a scomporre i cristalli di acido urico nei reni.

Ingredienti

  • ½ cipolla
  • 2 tazze di acqua (500 ml)
  • 1 cucchiaio di miele (10 g)

Preparazione

  • Tritate mezza cipolla e mettetela a bollire in un pentolino con 2 tazze d’acqua.
  • Abbassate la fiamma lasciate cuocere per 10 minuti, quindi toglietela dal fuoco.
  • Una volta fredda, filtratela e addolcitela con un po’ di miele.

Per migliorare i livelli di acido urico è necessario seguire delle buone abitudini

I livelli di acido urico non migliorano solo grazie all’attuazione di un rimedio casalingo, per cui è importante poter contare su sane abitudini di vita e, ovviamente, sul trattamento prescritto dal medico.

Soffrite di gotta o di dolori articolari? Gli esami del sangue mostrano un livello alto di acido urico? Allora, oltre a migliorare la vostra dieta, non dimenticate di prestare maggiore attenzione alle altre abitudini di vita quotidiana, visto che potrebbero essere la chiave del vostro benessere.

  • BIOLIQUID. (2015). Ácido Úrico. Procedimento Operacional Padrão.
  • Sánchez Pozo, A., & Faus, M. J. (2003). Hiperuricemia y gota. Pharmaceutical Care Espana.