5 segnali che indicano che stai sbagliando la dieta cheto

La dieta cheto è diventata molto popolare. Tuttavia, può essere dannosa per la salute se non viene eseguita correttamente. Ti diciamo i sintomi che indicano che qualcosa non va.
5 segnali che indicano che stai sbagliando la dieta cheto
Maria Patricia Pinero Corredor

Scritto e verificato da la nutrizionista Maria Patricia Pinero Corredor.

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre, 2022

Dalla sua divulgazione nel 1920 come trattamento per l’epilessia e successivamente per l’obesità, la dieta cheto è stata oggetto di numerose controversie. Si tratta di un piano alimentare a basso contenuto di carboidrati che ha riportato benefici per il diabete di tipo 2, la sindrome metabolica e il sovrappeso. Ma c’è chi la considera rischiosa e inefficace a lungo termine.

Con la dieta chetogenica si perde peso velocemente, poiché i carboidrati vengono sostituiti dai grassi per attivare il processo di chetosi nutrizionale nel corpo. In questo modo, i grassi immagazzinati diventano una fonte di energia e le calorie vengono bruciate in tempi record.

Tuttavia, il cambiamento metabolico richiede grande cura e il rispetto delle linee guida stabilite da un nutrizionista. I rischi possono essere gravi per la salute.

Per questo motivo, in questo articolo ti mostriamo i segnali che ti avviseranno se qualcosa non va con la dieta cheto. Questo ti permetterà di andare dal tuo professionista immediatamente, prima che il disagio progredisca.

Perché la dieta cheto è efficace?

La dieta cheto o chetogenica è un tipo di piano alimentare in cui viene modificata la principale fonte di energia per il corpo. Al posto dello zucchero vengono utilizzati composti derivati dai grassi, chiamati corpi chetonici.

È una dieta povera di carboidrati e ricca di grassi, che costringe il fegato a produrre chetoni che forniranno energia ai diversi tessuti. L’aumento dei corpi chetonici o chetoni è noto come chetosi nutrizionale. Questo cambiamento metabolico si verifica con una restrizione di carboidrati di 50 grammi al giorno e un aumento dell’assunzione di grassi.

Il problema è che se il cambiamento metabolico non avviene correttamente, potrebbero verificarsi alcuni disturbi a medio o lungo termine. Ecco perché devi stare attento ai segni che indicano se tutto sta andando bene con la dieta cheto.

Segnali che indicano stai sbagliando la dieta cheto

Quando inizi la dieta cheto, dovresti prestare attenzione ad alcuni segnali che indicano se la dieta sta funzionando o meno. A breve termine, possono comparire i seguenti sintomi.

1. Letargia

Il basso consumo di frutta e verdura, caratteristico della dieta cheto, si traduce in un basso apporto di vitamine e minerali, che sono abbondanti in questo gruppo alimentare. Ad esempio, vitamina C, A, il complesso B, potassio, acido folico, ferro, magnesio, calcio e zinco.

Molti di questi micronutrienti partecipano al metabolismo energetico e alla contrazione muscolare. Quindi, in sua assenza, si può avvertire una certa debolezza e stanchezza generale. Per questo motivo sono necessari alcuni integratori vitaminici indicati da uno specialista.

Integratore per la dieta cheto.
Gli integratori per questa dieta devono essere prescritti da un nutrizionista. Senza di loro, potresti soffrire di letargia.

2. Costipazione

La fibra alimentare è un tipo di carboidrato indigeribile che si trova negli alimenti a base vegetale. La dieta cheto è molto povera di carboidrati; i suoi valori possono raggiungere dai 30 ai 50 grammi al giorno.

Di questi pochi che vengono ingeriti, la maggior parte sono zuccheri e amido. Pertanto, l’assunzione di fibre diminuisce al minimo all’interno del piano.

Questo cambiamento nutrizionale può causare una diminuzione dei movimenti intestinali. E con esso, costipazione. Viene contrastato con qualche tipo di infusione o lassativo.

3. Disidratazione

All’inizio della dieta cheto, può verificarsi la disidratazione, poiché il corpo perde acqua quando smette di usare il glicogeno come principale fonte di energia.

Questo effetto si verifica durante la prima settimana. Ecco perché è necessario mantenere un equilibrio tra l’assunzione e l’escrezione di acqua ed elettroliti, come il sodio.

Uno specialista saprà quali cibi indicare e quali evitare al momento. Se la disidratazione continua per mesi, allora c’è qualcosa che non va nella tua dieta cheto.

4. Crampi muscolari

Anche la perdita di minerali e acqua può causare contrazioni muscolari involontarie. Questa situazione è aggravata dal minor apporto di sodio e potassio attraverso la dieta.

Il controllo idroelettrolitico è essenziale per evitare i crampi. Le contrazioni ripetute ti fanno sapere che stai facendo qualcosa di sbagliato con la tua dieta cheto.

5. Alitosi

Sebbene questa condizione faccia parte del processo naturale dell’acidosi nutrizionale, devi essere vigile. Potrebbe essere esagerato.

Normalmente, le piccole porzioni di acetone che vengono prodotte come parte del metabolismo dei grassi vengono rilasciate attraverso il respiro. Quindi, si sente un leggero odore di mela.

L’alitosi è un segnale di avvertimento.

Altri sintomi

Affinché non si generi confusione, è necessario differenziare i sintomi che causano allerta perché qualcosa non va nella dieta cheto, da altri che sono normali o che compaiono a lungo termine.

Segnali che compaiono normalmente

È comune che alcuni sintomi compaiano 3-7 giorni dopo l’inizio della dieta cheto. Questo insieme di manifestazioni cliniche è noto come influenza chetogenica.

Consiste in una serie di sintomi transitori che si presentano con naso che cola, affaticamento, vertigini, mal di testa e disturbi gastrointestinali, tra gli altri. La fase corrisponde ad un adattamento dell’organismo al cambiamento metabolico e alla presenza di corpi chetonici. Tende ad andare via velocemente.

Donna con influenza cheto per aver sbagliato la dieta cheto.
L’influenza cheto è molto frequente. Di solito scompare dopo una settimana dall’inizio della dieta.

Segnali che compaiono in casi estremi

In casi molto estremi, la dieta chetogenica può causare chetoacidosi a causa dell’aumento esponenziale dei corpi chetonici nel sangue. Ciò provoca gravi danni ad alcuni organi. Ecco perché è necessario effettuare consultazioni obbligatorie con specialisti.

La normale concentrazione ematica dei corpi chetonici è compresa tra 0,1 e 0,3 minimol per litro di sangue (mmol/L). Nella chetosi nutrizionale, i livelli aumentano da 1 a 8 mmol/L.

Nella chetoacidosi estrema vengono superati i 25 mmol/L e il sangue viene acidificato. Tuttavia, alcuni specialisti riferiscono che ciò si verifica solo nei diabetici.

Sintomi a lungo termine

I sintomi a lungo termine della dieta cheto includono quanto segue:

  • Comparsa di malattie cardiovascolari, soprattutto quando si consumano grassi cattivi invece di grassi benefici.
  • fegato grasso grave.
  • Riduzione delle proteine nel sangue.
  • Anomalie del metabolismo lipidico.
  • Effetti collaterali del basso livello di zucchero nel sangue.
  • Calcoli renali.

Come seguire la dieta cheto in sicurezza?

La dieta cheto va presa sul serio. Il suo background è di origine metabolica e richiede la supervisione di specialisti e professionisti formati in campo medico e nutrizionale.

Da qui forniamo il supporto delle informazioni in modo che tu non rischi la tua salute senza avvisarti. Inoltre, alcune situazioni come insufficienza renale, disturbi del fegato, problemi cardiaci, gravidanza e allattamento, sono escluse da questa famosa dieta a basso contenuto di carboidrati.

Potrebbe interessarti ...
Alimenti consentiti nella dieta chetogenica
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Alimenti consentiti nella dieta chetogenica

Gli alimenti consentiti nella dieta chetogenica sono oggetto di interesse e ricerca per chi è attratto da questo metodo nutrizionale.