Emoglobina bassa: alimenti per aumentarla

· 9 aprile 2018
Avere normali livelli di emoglobina è facile e ci si può riuscire attraverso l'alimentazione, purché tale carenza non sia dovuta a condizioni più gravi

Un giorno mentre salite le scale e vi accorgete di fare troppa fatica. Poi vi rendete conto che a volte il cuore vi batte troppo forte, senza una ragione apparente. Vi spaventate e andate dal dottore. Per fortuna, non è così grave come pensavate. “Ha l’emoglobina bassa”, dice, “è solo anemia”.

Tirate un sospiro di sollievo, uscite dal suo studio e all’improvviso una domanda vi assale: “Cosa posso mangiare per aumentare l’emoglobina?”

Questa situazione è molto comune. I sintomi sono così preoccupanti che quando vi dicono che soffrite di anemia vi dimenticate di chiedere quali misure dovete adottare per porvi rimedio.

Il modo migliore è riuscirci attraverso l’alimentazione, quindi vi daremo alcuni consigli al riguardo.

Cosa assumere in caso di emoglobina bassa

1. Fegato

Fegato

Il fegato è ricco di ferro, essenziale per l’emoglobina. Alcune persone sono riluttanti a mangiarlo. Alcune perché si tratta di frattaglia, altre per via del suo sapore.

Se vi rispecchiate in uno di questi due casi, vi consigliamo di ripensarci e dargli una possibilità. Con il tempo vi abituerete e ci guadagnerete molto. Di fatto è uno degli alimenti più efficaci per ottenere ferro.

Ci sono ricette molto appetitose che vi aiuteranno ad apprezzare questo alimento.

Vi consigliamo di leggere anche: Favorire la disintossicazione del fegato con un frullato a base di mirtilli e barbabietola

2. Legumi con verdure

I piatti a base di verdure e legumi non offrono grandi quantità di ferro. Per questo motivo, abbiamo bisogno di un aiuto extra: verdure e frutta ricche di vitamina C. Questa vitamina è molto potente in questo senso.

L’aspetto migliore è che spesso gli alimenti che la contengono non necessitano di essere cotti.

3. Verdure ricche di vitamina C

Verdura ricca di vitamina C

In seguito a quanto abbiamo appena detto, vi forniamo un elenco di prodotti con maggiori quantità di vitamina C.

In questo modo arricchirete tutti i vostri piatti per poter raggiungere i normali livelli di emoglobina.

  • Peperoni, soprattutto se sono crudi
  • Broccoli
  • Cavoletti di Bruxelles
  • Chilli
  • Spinaci
  • Prezzemolo
  • Carota
  • Barbabietole

4. Alimenti ricchi di acido folico

Non è importante solo durante la gravidanza, ma anche in caso di emoglobina bassa, poiché favorisce la produzione  dei globuli rossi.

Spesso, però, si parla delle compresse da assumere durante la gravidanza, pertanto non sappiamo quali elementi contengono questo acido in dosi elevate.

A questo proposito, vi offriamo un’altra lista che faciliterà la preparazione di un piatto che vi permetta di porre fine all’anemia.

  • Asparagi
  • Arance
  • Avocado
  • Germe di grano
  • Fagioli
  • Soia
  • Semi di zucca

A questi vanno aggiunti altri già citati, come le verdure verdi, i legumi e il fegato.

5. Pesce azzurro

Pesce azzurro

Il pesce azzurro ha tutti i vantaggi dei cibi precedenti. Inoltre è un pesce grasso. Risalta per la presenza di vitamina B, essenziale per la produzione dei globuli rossi.

Aumentate il consumo di:

  • Salmone
  • Sardine
  • Tonno
  • Sgombro

Leggete anche: Omega 3: alimenti che lo contengono oltre al pesce grasso

Emoglobina bassa: come assumere gli alimenti

L’accresciuto interesse per l’alimentazione ha portato a un rinnovato gusto per la cucina. Di conseguenza, sappiamo che il modo tradizionale di preparare i cibi non è sempre il più appropriato.

Nel caso in questione, si consiglia di ridurre il tempo di cottura. La cottura degli alimenti ne altera la composizione. Pertanto è meglio utilizzare il calore per renderli commestibili, ma senza eccedere.

  • Le verdure devono rimanere croccanti. All’inizio forse faticherete ad abituarvi, ma è la soluzione più sana. In questo modo trarrete vantaggio da tutti i loro nutrienti.
  • Per quanto riguarda carne e pesce, ogni specie ha il suo punto di cottura, quindi l’ideale è rispettarlo e non cuocere troppo.

Purché non sia il sintomo di un’altra malattia, è facile intervenire in caso di emoglobina bassa. Basta introdurre con più frequenza alcuni alimenti per sentirsi presto meglio.

Guarda anche