In che modo il ciclo mestruale influisce sul calcio femminile?

Nel calcio professionistico femminile ci sono continui cambiamenti. Nuove informazioni sul ciclo mestruale aiutano a migliorare le prestazioni dei giocatori.
In che modo il ciclo mestruale influisce sul calcio femminile?
Leonardo Biolatto

Scritto e verificato da il dottore Leonardo Biolatto.

Ultimo aggiornamento: 04 agosto, 2022

Il ciclo mestruale è in grado di cambiare molti aspetti della vita di una donna, compresi quelli legati al calcio femminile. In altre parole, le giocatrici che si allenano frequentemente in questo sport potrebbero notare dei cambiamenti quando hanno le mestruazioni.

Sebbene le prestazioni migliori o peggiori possano essere attribuite a diversi fattori, ci sono alcune prove che siano correlate anche al ciclo mestruale. Il periodo modifica i livelli ormonali e, di conseguenza, il corpo è più o meno suscettibile allo sforzo.

Sempre più squadre di calcio femminile professionistico stanno prestando attenzione al ciclo mestruale per adattare le routine delle loro giocatrici. Di cosa bisogna tenere conto?

Ormoni e prestazioni

Il ciclo mestruale ha una frequenza media a 28 giorni. Si conta il primo giorno a partire da quando iniziano le mestruazioni o le perdite.

Quasi dopo 1 mese, ci sarà un altro sanguinamento mestruale, se non ci sono patologie coinvolte e se la donna non rimane incinta. Pertanto, possiamo anche fissare la metà del ciclo al giorno 14, che di solito coincide con il momento dell’ovulazione (quando la donna è più fertile perché un ovulo lascia l’ovaio).

In questo contesto, che è una media e si applica alla maggior parte delle donne, abbiamo due metà del ciclo:

  1. Fino all’ovulazione, gli estrogeni predominano come ormone circolante. È una sostanza con capacità anabolica (aiuta a creare tessuti) ed ergogenica (dona più forza).
  2. A partire dall’ovulazione predomina il progesterone. Questa è una sostanza che ha la funzione di preparare l’organismo ad una possibile gravidanza, quindi produce piccoli cambiamenti al riguardo.
Ciclo mestruale e calendario.
I giorni di ogni fase del ciclo mestruale sono particolari. Il periodo di 28 giorni è una media che si applica alla maggior parte delle donne, ma non a tutte.

Nel calcio femminile si preferisce dividere il ciclo mestruale in 5 fasi

Tuttavia, nonostante la precedente classificazione del ciclo sia la più nota e accettata, le squadre professionistiche di calcio femminile vogliono essere più specifiche. Per questo hanno sviluppato una separazione del periodo in 5 fasi. E per ognuna di loro hanno stabilito qual è la migliore per allenarsi:

  1. Fase mestruale: questi sarebbero i primi 4-5 giorni di un ciclo normale, quando è presente sanguinamento. Si presume che la giocatrice sarà stanca e che non sarà dell’umore migliore per allenarsi. Le prostaglandine in circolazione potrebbero generare una certa accelerazione della frequenza cardiaca e una maggiore circolazione di glucosio nel sangue. Deve essere considerata anche l’esistenza di perdite ematiche con concomitante diminuzione del trasporto di ossigeno. In breve, la raccomandazione è di ridurre il carico di forza fisica al 60% del normale e svolgere attività di manutenzione, soprattutto in modalità aerobica.
  2. Fase post-mestruale: questa parte va dal giorno 5 al giorno 12 del normale ciclo mestruale. Gli estrogeni in maggioranza aumentano l’energia della donna. C’è una capacità anabolica costante e le giocatrici sono più ricettive ai carichi di allenamento elevati, sia di forza che di esercizio aerobico. Pertanto, l’intensità aumenta oltre il 75%. È possibile che a questo punto si trovi la migliore risposta adattativa.
  3. Fase ovulatoria: tra il giorno 13 e il giorno 16 del normale ciclo mestruale nelle calciatrici, gli estrogeni bloccano la loro crescita e stabilizzano la loro concentrazione nel sangue. C’è un leggero aumento della temperatura corporea e alcune donne sentono dolore associato all’ovulazione. Si tratta per lo più di un dolore minimo, ma può causare disagio. Pertanto, è preferibile ridurre il carico di allenamento al 60%.
  4. Fase post-ovulatoria: dopo l’ovulazione, c’è un periodo di prevalenza del progesterone, tra i giorni 17 e 24 del normale ciclo mestruale. Il benessere generale ritorna con una maggiore risposta agli elevati carichi di allenamento. I polmoni sono in grado di gestire un volume considerevole di ossigeno, quindi l’intensità può essere riportata fino a oltre il 75%.
  5. Fase premestruale: i 3-5 giorni prima delle nuove mestruazioni sono la fine del ciclo in corso e l’allenamento diventa difficile. I giocatori hanno una bassa risposta ai carichi e l’aumento del cortisolo porta con sé alcuni sintomi spiacevoli come dolore, ansia e irritazione. Il progesterone è ad un punto di alta concentrazione, che promuove il catabolismo, cioè la distruzione di alcuni tessuti. Poiché l’affaticamento può insorgere immediatamente, i volumi di allenamento si riducono a meno del 60%.

Ormoni e lesioni

La presa di coscienza del ciclo mestruale nel calcio femminile implica anche sapere se le giocatrici sono più suscettibili agli infortuni in determinati momenti. Per i club professionistici questa strategia è fondamentale. La perdita di un atleta significa una perdita enorme.

Un recente studio pubblicato su Frontiers in Sports and Active Living ha esaminato 156 infortuni subiti da calciatrici professioniste in 4 anni. E ha messo in relazione il momento in cui si è manifestata la stessa con la fase del ciclo mestruale in cui si trovavano le atlete.

I risultati sono stati convincenti: le giocatrici hanno il doppio delle probabilità di ferirsi a un tendine durante i giorni immediatamente successivi all’ovulazione. Questo potrebbe essere impostato, approssimativamente, tra i giorni 11 e 14.

Inoltre, i ricercatori hanno anche scoperto che la fase premestruale è a rischio (giorni da 25 a 28). Anche se in misura minore.

L’aumento del rischio pre-ovulatorio è attribuito all’azione degli estrogeni. Questi ormoni migliorano le prestazioni delle giocatrici, ma aumentano anche l’elasticità dei tendini e contribuiscono al sovraccarico che la donna può sopportare, sentendosi in grado di allenarsi di più.

Calcio femminile.
Le giocatrici di calcio possono utilizzare la conoscenza del loro ciclo mestruale per migliorare le prestazioni in campo.

Per saperne di più: 5 esercizi per rafforzare il core

La conoscenza del ciclo mestruale ha un’applicazione pratica nel calcio femminile?

Le squadre di calcio femminili applicano già ciò che sappiamo sul ciclo mestruale e sulle prestazioni sportive. Così fanno i grandi club professionistici del mondo.

L’algoritmo FitrWoman ®, ad esempio, reso popolare dalla squadra di calcio femminile degli Stati Uniti, è stato acquistato da altre squadre per adattare l’allenamento a ciascuna giocatrice. Questo programma per computer propone routine speciali per ogni momento del ciclo e gli allenatori possono tenere sotto controllo l’intera squadra per preparare delle sessioni di allenamento personalizzate.

Indubbiamente, questa conoscenza della medicina dello sport rivoluzionerà le pratiche del calcio femminile. Non è più sufficiente che l’atleta si riposi durante il ciclo o si eserciti meno se sente dolore.

Tutto ciò allo scopo di migliorare le prestazioni delle donne nello sport in modo che le variazioni ormonali siano utilizzate a loro favore e non contro. Un tabù da infrangere che offre molte più possibilità alle giocatrici di avere un mese intero di miglioramento fisico.

Potrebbe interessarti ...
Dieta per le donne che praticano sport ad alto rendimento
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Dieta per le donne che praticano sport ad alto rendimento

La dieta per le donne che praticano sport ad alto rendimento è bilanciata: deve fornire l'energia necessaria allo sforzo ma garantire il peso forma...



  • Anderson, A. J., & Babcock, M. A. (2007). Efectos del ciclo menstrual sobre la resistencia espiratoria durante la realización de ejercicios corporales totales en mujeres.
  • Bossi, J., Kostelis, K., Walsh, S., & Sawyer, J. (2013). Effects of Menstrual Cycle on Exercise in Collegiate Female Athletes. Research Quarterly for Exercise and Sport84(S1), AXXII.
  • Martin, D., Timmins, K., Cowie, C., Alty, J., Mehta, R., Tang, A., & Varley, I. (2021). Injury incidence across the menstrual cycle in international footballers. Frontiers in sports and active living3, 616999.